Vaccino Covit-19: cosa devi sapere su calendario, priorità e rischi

Il tanto atteso Vaccino contro Govt-19 Finalmente è arrivato. Il 27 dicembre, le prime fiale di farmaci sviluppati da Pfizer-Bioendech sono state distribuite nei paesi dell’UE, compresa l’Italia, dall’EMA, una Commissione Europea approvata dalla Commissione Europea. Dominico Arguri Ha definito un giorno “simbolico”.

Tuttavia, ora è arrivato il vaccino Ci sono molte domande La gente chiede i tempi e le modalità con cui viene somministrato il programma di vaccinazione. Vorremmo ringraziarvi per le informazioni pubblicate su Sito web del Ministero della Salute E in AIFA.

Tipi di privacy

Chi riceve per primo il vaccino?

Inizialmente dura circa tre mesi e le categorie di soggetti individuati come prioritari per la vaccinazione sono: operatori sanitari e sanitari di comunità, ovvero quelli ad alto rischio.Infezione da Govt-19 E trasmettilo; Residenti e personale dei centri di assistenza residenziale per anziani (i cosiddetti RSA) che sono maggiormente colpiti da Covit-19 a causa della loro età avanzata, malattie pregresse e addirittura bisognosi di aiuto per nutrirsi (questo li mette a rischio per il personale che li cura); Adulti, perché “questo gruppo di persone indica una preferenza per la vaccinazione perché ha una maggiore probabilità di sviluppare una malattia grave e di conseguenza aiuta con combinazioni di cure acute o subintensive”.

Appartengo alle categorie che considero prioritarie. Come posso accedere al vaccino?

In primo luogo, le persone che aderiscono alle categorie prioritarie non devono registrarsi o registrarsi, ma “Verrai contattato tramite chiamata Attivo “.
In Circolare del 24 dicembre, “Raccomandazioni per l’organizzazione della campagna sui vaccini contro SARS-CoV-2 / COVID-19 e procedure di vaccinazione”, “Esigenze vaccinali esistenti per organizzare centri vaccinali aggiuntivi” Attività di vaccinazione regolari “. Queste sono identificate e suddivise in: Punti di vaccinazione ospedalieri, Riservato alla somministrazione di vaccini per operatori sanitari e sanitari di comunità delle strutture sanitarie; Punti di vaccinazione regionali, Per gli operatori sanitari che svolgono attività extrascolastiche (es. Medici di base); Punti di vaccinazione in strutture residenziali, Consentire la somministrazione del vaccino all’interno delle stesse RSA.
I punti di vaccinazione della popolazione utilizzati nelle fasi successive della campagna vaccinale non sono attualmente inclusi, considerando che il resto della popolazione può essere vaccinato in un secondo momento (cosa che dovrebbe essere discussa nei giorni scorsi sotto forma di grandi primule e ambientata nelle piazze cittadine).

READ  Quando l'Italia riapre, soggiorna in questo castello umbro recentemente ristrutturato

Sono stressato dal sistema immunitario. Posso vaccinarmi e quando?

Il ministero della Salute afferma di avere dati limitati sulle persone con immunodeficienza o su quelle in trattamento con farmaci immunomodulatori. Tuttavia, “sebbene tali soggetti non abbiano risposto al vaccino, non ci sono stati problemi di sicurezza specifici”. Inoltre, installato su Piano strategico Questi tipi di persone dovrebbero essere vaccinati “nelle prime fasi perché hanno maggiori probabilità di contrarre il COVID-19”.

I bambini possono essere vaccinati?

Il vaccino attualmente in circolazione, prodotto da Pfizer Bioendech e approvato dall’EMA, non è attualmente raccomandato per i bambini di età inferiore ai 16 anni, quindi potrebbe non far parte delle prime fasi del programma di vaccinazione. “L’Unione Europea e altre organizzazioni internazionali sono in attesa di ulteriori ricerche per autorizzare la vaccinazione dei neonati”, si legge in un portale del Ministero della Salute.

Somministrazione del vaccino

Il vaccino è obbligatorio?

Il governo ha più volte affermato che non intende rendere obbligatorio il vaccino, nonostante il tasso di adesione dei cittadini verrà valutato durante la campagna. L’obiettivo è raggiungere l’immunità della mandria, che può raggiungere fino all’80% della popolazione vaccinata.

“Potremmo aver già vaccinato 13 milioni di persone dal 1 aprile, quindi siamo già arrivati ​​a un punto in cui questo consente alla prima epidemia di avere un impatto”, ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza. Tuttavia, non è intenzione del governo rendere obbligatorio il vaccino, anche se viene valutato il tasso di partecipazione dei cittadini durante la campagna.

Quante dosi ci vogliono per trasformarmi in un sistema immunitario?

Il vaccino, prodotto da Pfizer Bioendech, è attualmente approvato dall’EMA ed è già in circolazione, e per altri vaccini in fase di approvazione sono attualmente previste due settimane ad intervalli di poche settimane, a seconda del tipo di vaccino. La gente continuerà a chiedere una seconda amministrazione.

READ  Santa Lucia per aprire un nuovo ristorante italiano in città d'affari

Se ho reazioni avverse, chi devo contattare?

Segnalare qualsiasi reazione alla somministrazione del vaccino può essere fatta al proprio medico di famiglia o ASL locale, così come a qualsiasi farmaco o altre reazioni avverse.
Inoltre, chiunque può segnalare una reazione avversa al vaccino alla prima persona utilizzando i moduli pubblicati sul sito web dell’EIBA. La stessa azienda “incoraggerà il lancio di alcuni studi indipendenti di post – accreditamento sui vaccini COVID – 19”.

CALENDARIO VACCINAZIONE

Come è strutturato il calendario delle vaccinazioni?

In questo momento il programma di vaccinazione prevede Quattro livelli: La prima fase, questo primo trimestre, è dedicata – come già accennato – agli operatori sanitari e sanitari di comunità, al personale e agli ospiti delle strutture residenziali per anziani e over 80; La seconda fase sarà rivolta a uomini e donne di età compresa tra 60 e 79 anni e con almeno una disabilità cronica. Questa sarà la volta degli insegnanti e del personale scolastico in primavera e in estate, e altri segmenti della popolazione saranno coinvolti in servizi essenziali come forze dell’ordine, personale carcerario e luoghi della comunità. Tutti gli altri dovrebbero essere vaccinati nel quarto trimestre. Si tratta di un processo in crescita: “Verranno forniti i vaccini – afferma il ministero della Salute – L’intera popolazione, Secondo l’ordine di preferenza, che tiene conto del rischio di malattia, dei tipi di vaccini e della loro disponibilità.

Ho già firmato l’accordo Govt-19. Posso vaccinarmi, se sì, quando?

Mentre leggiamo Sito web AIFA, “Il vaccino non è controindicato nelle precedenti infezioni da COVID-19, ma piuttosto migliora la sua immunità, quindi qualsiasi test prima della vaccinazione non è efficace. Tuttavia, quelli con diagnosi di COVID-19 non devono essere vaccinati nella prima fase della campagna di vaccinazione, che può essere presa in considerazione quando si ottengono i dati sul periodo di immunizzazione “. Quindi coloro che hanno già il virus corona possono essere vaccinati, ma solo dopo che le persone sono considerate ad alto rischio.

READ  Quanto mancano Benasser e Calhanoglu! Nessuna lamentela al Milan, aspetta

Sono una donna incinta, ho diritto a farmi vaccinare davanti agli altri? Ci sono dei rischi?

“I dati sull’uso del vaccino durante la gravidanza sono ancora molto limitati, ma gli studi di laboratorio su campioni di animali non hanno mostrato effetti negativi in ​​gravidanza”, afferma l’azienda farmaceutica. “Il vaccino non è controindicato e le donne in gravidanza non dovrebbero essere escluse dal vaccino perché potrebbero essere a maggior rischio di COVID-19 grave se combinato con altri fattori di rischio, come la gravidanza, in particolare diabete, malattie cardiache e obesità. , Che può fornire informazioni più utili, sebbene non ci siano studiAllattamento al senoNon vi è alcun rischio di impedire l’allattamento al seno continuato sulla base dell’affidabilità biologica. In generale, i benefici e i rischi della vaccinazione e dell’allattamento al seno durante la gravidanza dovrebbero essere decisi in stretta consultazione con un professionista della salute ”, conclude AIFA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *