Queste splendide nuove immagini delle galassie vicine ti lasceranno a bocca aperta

L’Osservatorio europeo meridionale e il Very Large Telescope di ALMA sono stati utilizzati per catturare questa immagine della “galassia a spirale su larga scala” NGC 4254.

ESO / ALMA (ESO / NAOJ / NRAO) / PHANGS

A volte a CNET Science andiamo troppo in profondità per spiegare le meraviglie dell’universo – La meravigliosa impossibilità dei buchi neriE il Collisioni violente di stelle di neutroniE il Oscillazione nell’orbita della luna Altre volte fissiamo semplicemente le immagini di galassie lontane e sediamo in un silenzio attonito.

Questa è una delle ultime volte.

Venerdì, Osservatorio Europeo Australe Rilasciate nuove foto Tra le galassie vicine catturate da due telescopi terrestri in Cile, il “Very Large Telescope” e l’Atacama Large Millimeter/ Submillimeter Array, e l’Hubble Telescope della NASA (Che al momento è bloccato a causa di uno sfortunato problema tecnico). L’osservatorio descrive le immagini come “fuochi d’artificio cosmici”, ma fermiamoci a pensare a questi fuochi d’artificio per qualche istante perché sono molto di più.

Ogni piccolo punto di luce è una piccola stella. Ce ne sono migliaia e migliaia in ogni immagine, insieme a regioni eteree di gas – il gas che dà origine a forni più nascenti, pronti a bruciare per miliardi di anni.

Lungi dall’essere solo belle immagini, le osservazioni aiutano gli astronomi a comprendere meglio come si formano ed evolvono le stelle. Normalmente, gas e polvere si accumulano e si aggregano a causa della gravità. Questa nube cosmica vede gli atomi rompersi insieme, scontrandosi violentemente fino a quando le reazioni di fusione avviano il motore della stella e inizia la sua combustione lunga eoni. Le immagini dell’ESO forniscono uno sguardo a queste diverse fasi della vita di una stella.

“Possiamo osservare direttamente il gas che genera le stelle, vedere le stesse giovani stelle e assistere alla loro evoluzione attraverso fasi diverse”, ha detto in un comunicato stampa Eric Emsellem, astronomo dell’ESO in Germania.

270598

Cinque diverse galassie sono state viste utilizzando lo strumento MUSE sul Very Large Telescope.

ESO / PHANGS

Gli astronomi si sono concentrati sulle galassie vicine e hanno utilizzato il Very Large Telescope per fotografare gas e giovani stelle. Quindi hanno sovrapposto le immagini ALMA (che sono utili per catturare le nuvole di gas) per creare lo straordinario spettacolo di “fuochi d’artificio”. Potrebbe anche aiutare i ricercatori a svelare più misteri sulla nascita delle stelle.

Sebbene abbiano una buona padronanza del processo di nascita, ottenere una varietà di immagini di queste galassie vicine consente di porre domande più specifiche. Ad esempio, che tipo di luoghi all’interno di una galassia potremmo aspettarci che si formi una stella – e perché?

Il Catalogo illustrato delle galassie Sta diventando sempre più grande e stiamo appena iniziando a capire quanto siano diversi questi asili nido stellari. Questo sarà potenziato da nuovi strumenti, incluso il tanto ritardato James Webb Space Telescope, che sarà in grado di visualizzare l’universo con dettagli senza precedenti. Sulla Terra, l’ESO prevede di portare online il Very Large Telescope entro la fine del decennio.

Quindi, mentre gli astronomi sono impegnati a produrre immagini, diamo solo un’occhiata ai frutti del loro lavoro: la parte più difficile è scegliere la galassia che ti piace di più.

READ  All of the dark matter in the universe may be primordial black holes - formed from the collapse of children's universes shortly after the Big Bang

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *