L’uomo che ha fatto per sbaglio il dolce più famoso d’Italia

Questo articolo è stato tradotto dalla nostra versione spagnola utilizzando tecniche di intelligenza artificiale. Possono esistere errori a causa di questo processo.

Tiramisù Forse il dolce italiano più famoso al mondo. Ma lo sapevi che è stato inventato per caso nei locali di un restauratore d’arte?

Depositphotos.com / Luca Zaia porta su Facebook

Addo Campiol , Chi è il È morto questo fine settimana All’età di 93 anni si chiamava il titolare del ristorante della città di Treviso in Veneto Bikri . Negli anni ’70 sua moglie Alba e lo chef Roberto Linguanotto Gelato alla vaniglia fatto per errore.

Campiol lavora nel ristorante di famiglia dal 1939 ed è stato una figura ben nota nel mondo imprenditoriale italiano. Anche se gli viene attribuito il merito di aver creato il tiramisù per essere il proprietario del ristorante da cui proviene il dolce, Si dice che la scoperta In realtà è stato realizzato dallo Chef Linguanotto e signora Campiol che stavano preparando il gelato alla vaniglia quando è caduta accidentalmente una cucchiaiata di mascarpone. Nella miscela di zucchero e tuorlo d’uovo. Entrambi si resero conto che la miscela poteva essere servita su brownies imbevuti di caffè e cosparsi di cacao amaro.

Nel 1969, Campeol ha iniziato a servire il dessert nel suo ristorante e la ricetta è stata infine approvata dall’Accademia Italiana della Cucina nel 2010. Il resto è storia.

Campiol si è spento all’età di 93 anni

Sabato 30 ottobre, il governatore del Veneto Luigi Zaya ha annunciato su Facebook la morte di Campiol.

“Con Ado Campeol, scomparso oggi all’età di 93 anni, Treviso ha perso un’altra stella della sua storia enogastronomica, che brillerà anche lì… a casa sua, grazie all’intuito e alla fantasia della moglie, i più famosi pasticcini nel mondo, come il tiramisù certificato dell’Accademia Italiana della Cucina”.

READ  Moët Hennessy di LVMH collabora con Campari a un progetto di e-commerce di vini e liquori

Il tiramisù è diventato un classico dolce italiano servito in tutto il mondo. C’è anche una “Tiramisù World Cup”, una competizione virtuale per trovare la versione più gustosa del pianeta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *