Gli Stati Uniti non dicono “un grosso problema”, Biden cambia il suo approccio alla Corea del Nord Notizie sulle armi nucleari

Biden ha scelto la diplomazia dopo una revisione di mesi che ha ritenuto la mancanza di progressi nel persuadere Pyongyang a rinunciare alle armi nucleari.

La Casa Bianca ha detto venerdì che il presidente degli Stati Uniti Joe Biden esplorerà la diplomazia ma non cercherà alcun “grande affare” con il leader nordcoreano Kim Jong Un mentre intraprende un nuovo approccio per fare pressione su Pyongyang affinché rinunci alle sue armi nucleari e ai missili balistici.

“Il nostro obiettivo rimane la completa denuclearizzazione della penisola coreana”, ha detto ai giornalisti l’addetta stampa di Biden, Jane Psaki.

Ha detto che la politica statunitense vedrà un “approccio pragmatico e calcolato che è aperto alla diplomazia e lo esplorerà” con la Corea del Nord.

Il nuovo approccio arriva sulla scia di una revisione della politica nordcoreana da parte dell’amministrazione Biden entrante dopo che tre incontri tra i titoli dei giornali tra Kim e l’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump non sono riusciti a persuadere Pyongyang a rinunciare alle sue armi.

Allo stesso modo, la politica di Barack Obama, che ha rifiutato di impegnarsi in un serio impegno diplomatico con la Corea del Nord in assenza di passi da parte di Pyongyang per ridurre le tensioni, ha avuto scarso effetto.

“La nostra politica non si concentrerà sul raggiungimento di un grande affare, né dipenderà dalla pazienza strategica”, ha detto Psaki.

Finora la Corea del Nord ha respinto le richieste diplomatiche dell’amministrazione Biden. Pyongyang vuole che gli Stati Uniti ei suoi alleati revocino le sanzioni economiche imposte ai loro programmi di armi.

Psaki non ha fornito dettagli su quale sarebbe stata la prossima mossa dell’amministrazione dopo le discussioni con gli alleati. Biden ha incontrato il primo ministro giapponese Yoshihide Suga due settimane fa ed è programmato per incontrare il presidente sudcoreano Moon Jae-in il 21 maggio alla Casa Bianca.

READ  Un morto e sei feriti in un attacco missilistico nei pressi di una base Usa nel Kurdistan iracheno

Il ministero degli Esteri sudcoreano ha affermato che gli Stati Uniti si sono consultati con la Corea del Sud durante il processo di revisione della politica e Washington ha informato in anticipo Seoul delle sue conclusioni.

“I due paesi discuteranno la direzione politica della Corea del Nord al vertice programmato e alla riunione dei ministri degli esteri di maggio e continueranno a cooperare per riprendere presto i colloqui tra la Corea del Nord e gli Stati Uniti”.

Il mese scorso, Moon ha esortato Biden a comunicare direttamente con Kim sul disarmo nucleare, dicendo che è a favore della “diplomazia dall’alto verso il basso”.

Jenny Town, direttrice di 38 North, un programma di monitoraggio della Corea del Nord con sede a Washington, ha detto che le lotterie sulla politica di Biden finora sembrano buone.

Ma i dettagli saranno estremamente importanti per valutare il successo dell’amministrazione in questo “nuovo approccio”. Non sono sicuro che ci sia molto altro da dire finché non ne vedremo di più.

Ci sono preoccupazioni persistenti sul fatto che la Corea del Nord tornerà a testare dispositivi nucleari. La Corea del Nord ha lanciato due sospetti missili balistici in mare vicino al Giappone a marzo.

La Casa Bianca non ha detto se intende fare concessioni per convincere la Corea del Nord a tornare ai colloqui.

Nel frattempo, l’amministrazione Biden ha segnalato una posizione dura sui diritti umani, il disarmo nucleare e le sanzioni, offrendo al contempo iniziative diplomatiche che secondo i funzionari di Pyongyang sono state respinte da Pyongyang, che da tempo chiede la riduzione delle sanzioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *