Gli esperti affermano che un colpo di stato russo contro Vladimir Putin per la guerra in Ucraina potrebbe essere più pericoloso per l’Occidente

Il mondo potrebbe essere più sicuro se Il presidente russo Vladimir Putin Lasciati al potere piuttosto che essere rovesciati da un avversario più formidabile, gli esperti hanno avvertito tra un mormorio di crescente frustrazione per la guerra in Ucraina.

Sottolineando l’ingenuità che circonda la Russia post-Putin, l’autore Dr. Benn Noble ha detto: “Non puoi semplicemente sbarazzarti di Putin e quindi emergere miracolosamente la democrazia.

«No, molto probabilmente, allora metterlo in “Qualcuno con un maggiore desiderio di confronto con l’Occidente sarà messo sotto accusa”, ha detto assistente professore di politica russa all’University College di Londra.

“O in caso contrario, l’uscita di Putin potrebbe portare a problemi più ampi all’interno della Russia, comprese le sfide all’unità dell’élite politica e all’integrità del Paese”.

Ma questo, ovviamente, non significa che Putin debba essere sostenuto come il minore dei due mali. In effetti, il Cremlino ha giocato sulla preoccupazione che la Russia senza Putin potrebbe essere molto peggio. Dicono: “Guarda, Putin potrebbe non piacerti, ma almeno sai quello che hai” – ovvero, le persone non sosterranno necessariamente Putin, ma un cattivo noto è meglio di uno sconosciuto.

La caduta del presidente russo resta una possibilità futura, soprattutto perché dirige un governo anti-golpe.

Man mano che invecchia e continua al potere, i suoi timori per un “colpo di stato di palazzo” aumenteranno, secondo il dottor Rod Thornton, docente senior presso il Dipartimento di studi sulla difesa del King’s College di Londra.

Credeva che la sua prevenzione del colpo di stato fosse dovuta all’ottenimento del sostegno dell’esercito dandogli prestigio e denaro.

Il dottor Thornton aggiunge che il presidente si è circondato di persone dei suoi giorni nel KGB che li hanno resi troppo ricchi e non pronti a rinunciare al loro modo di vivere.

READ  Il cambiamento climatico sta costringendo le persone a lasciare "uno dei luoghi più inabitabili della Terra" | Notizie sul clima

Il professor Mark Gallotti, direttore principale dell’intelligence Mayak, che si concentra sulla sicurezza russa, afferma che parte della resistenza di Putin al colpo di stato è stata motivata dalle preoccupazioni generali sovietiche sul bonapartismo, che hanno portato a una lunga tradizione di subordinazione militare alla leadership.

Per imporre tale subordinazione, furono create varie agenzie per controllarsi a vicenda, come la Divisione di controspionaggio militare dell’FSB.

Penso che questo sia uno degli elementi critici per prevenire un colpo di stato. “Nessuna agenzia può prendere il potere così facilmente e così bene”, afferma il professor Galeotti, Senior Associate presso il Royal United Services Institute.

Il professor Galeotti afferma che anche la corruzione gioca un ruolo nella prevenzione del colpo di stato. “Fa parte del sistema di controllo… se ognuno ha uno scheletro nel proprio guardaroba, devi decidere per chi deve essere ispezionato il guardaroba.”

È probabile che l’autorità di Putin venga messa in discussione se la preoccupazione per le sue azioni in Ucraina cresce. I suoi sforzi per proteggersi dipendevano dalla lealtà di coloro che lo circondavano, che poteva svanire con il protrarsi della guerra.

Il dottor Noble, che è anche membro associato del programma Russia ed Eurasia a Chatham House, spiega che l’élite politica di Putin è composta dai capi di organizzazioni coercitive, come l’FSB.

Il suo “sistema politico altamente personale” significa che il fondamento dell’élite è la “lealtà”, non la competenza.

“Questo gli fa bene in quanto lo tiene vicino a persone che hanno una capacità più chiara, anche se meno motivata, di affrontare la sfida.

READ  Alec Baldwin avvistato seduto davanti a una tazza di caffè negli Hamptons

Ma ci sono state recenti segnalazioni di crepe all’interno dell’élite, inclusa la colpa di membri anziani di queste strutture coercitive per non aver invaso l’Ucraina secondo i piani. Questo può portare a preoccupazioni sulla lealtà.

Se un gruppo crescente di persone critica Putin e se inizia ad esprimerlo, allora questa è chiaramente una preoccupazione per Putin. Tuttavia, sapendo cosa ha fatto Putin in passato, la sua probabile risposta è raddoppiare e usare ancora di più la coercizione per cercare di isolare quei gruppi che potrebbero rappresentare una sfida particolare per lui.

Alla domanda su quali nomi prestare attenzione in caso di colpo di stato, il dottor Noble ha menzionato il ministro della Difesa Sergei Shoigu, il segretario del Consiglio di sicurezza Nikolai Patrushev, il capo dell’FSB Alexander Bortnikov e Valery Gerasimov, capo di stato maggiore delle forze armate russe.

Di più Guerra di Russia e Ucraina

Sostiene che una Russia post-Putin potrebbe essere ancora più preoccupante perché un nuovo leader o gruppo dirigente può fare affidamento sulla coercizione se non riesce a raccogliere sufficiente lealtà, oppure i suoi obiettivi potrebbero essere più aggressivamente anti-occidentali.

Ma ci sono ancora persone all’interno dell’élite che sono meno intransigenti, più liberali e forse più disposte a impegnarsi con la comunità internazionale. Sono stati davvero tranquilli ultimamente, ma finché sono all’interno del sistema, forse è un raggio di speranza”, aggiunge il dottor Noble.

“Il Cremlino sta giocando sulla preoccupazione che la Russia senza Putin potrebbe essere molto peggio. Dicono: ‘Guarda, Putin potrebbe non piacerti, ma almeno sai quello che hai’, cioè le persone non sosterranno necessariamente Putin ma un poco conosciuto è meglio di uno sconosciuto.”

READ  Sembra che i talebani stiano sorvolando Kandahar con elicotteri Black Hawk statunitensi

Il professor Galeotti ha detto che un colpo di stato era certamente una possibilità.

“C’è già molta indignazione”, dice dopo aver osservato i canali dei social media che sembrano essere popolati da figure dell’esercito e della Guardia nazionale.

E il dottor Thornton aggiunge: “Alla fine ci sarà una sorta di cacciata di Putin perché si sarebbe trattenuto oltre il suo benvenuto. Ha infastidito l’oligarchia che era una delle sue basi di potere.

“L’esercito stesso non salirà al potere… hanno questo spirito che non dovrebbe essere potente.

“Se vogliono sostituire Putin, e non credo che lo facciano, troveranno dei civili per farlo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *