Will Media è in tournée in Italia per creare fiducia con i lettori regionali

Crediti: per gentile concessione di Francesco Jaffrano (sopra)

Lanciato a gennaio 2020 è un momento sfortunato Will Media, Un’alternativa ai lettori stanchi di una copertura pesantemente politicizzata nel panorama giornalistico italiano, prima uscita digitale.

Secondo le ultime Reuters Digital News Report 2021Solo il 40 per cento degli italiani crede alla notizia (anche se il numero è più alto rispetto agli anni precedenti). Il rapporto spiega che “i marchi più affidabili sono generalmente noti per il loro basso livello di discriminazione politica. I meno affidabili sono i negozi ovviamente di parte”.

L’anno scorso, la pubblicazione voleva inviare giornalisti in tutti gli angoli del paese per costruire la fiducia dei lettori e impegnarsi a stretto contatto con loro. Ma c’erano altre idee per l’epidemia.

Nel giugno 2021, finalmente, ha lanciato, rilanciando quei progetti si incontraIl tour italiano delle 20 tappe, con cinque reporter che visitano un’area rurale e urbana in ogni regione d’Italia.

desiderio Situata a Milano, non è solo una grande area metropolitana, ma anche il nord Italia, che è la parte più industrializzata e benestante del Paese. Un tema importante su cui si concentra è il divario nord-sud.

Ma questo tour è un’opportunità per verificare se i lettori si preoccupano delle storie che il gruppo sta producendo o hanno preferenze ed esigenze diverse. Gli argomenti che i giornalisti vogliono approfondire includono l’ambiente, le politiche pubbliche, l’innovazione e le infrastrutture del Paese.

“Volevamo incontrare persone fuori dalla bolla milanese e provare a parlare con loro dei temi che affrontiamo ogni giorno. Will Media,” Spiega Francesco Jaffarno, caporedattore della testata. Prima di tornare nella sua nativa Italia, ha lavorato lì Economista e Telegrafo In ruoli di social media, è anche uno degli organizzatori di eventi di hack/hacker per esperti di media e tecnici a Londra.

READ  Come l'Italia riapre ai turisti, ma evita ulteriori viaggi

“L’idea di parlare di infrastrutture con il punto di vista di qualcuno di Milano non ha senso. Dobbiamo fare qualcosa in più per colmare quel vuoto di conoscenze”.

Nelle zone rurali, collabora con l’agenzia di voto UTrend per organizzare comitati centrali equilibrati e rappresentativi. UTrend assisterà nell’analisi dei risultati e nella preparazione di un rapporto dopo il tour.

Anche nelle aree urbane, i giornalisti lavorano con gli attivisti locali per organizzare attività relative a questioni locali come pulire spiagge e strade o osservare le aree arretrate.

“Volevamo evitare il paracadutismo nelle comunità locali”, ha continuato, aggiungendo che pianificare in anticipo eventi con gli attivisti aiuta a ridurre eventuali problemi.

“Non vogliamo andare lì e dire: ‘Apparteniamo alla grande città, risolveremo i tuoi problemi, fidati di noi.’ – Le persone sul campo sanno meglio di quello che sta succedendo lì. Deve venire. “

L’intera iniziativa è sostenuta dal Parlamento europeo nell’ambito della Conferenza per il futuro dell’Europa, che non ha alcuna attinenza con l’editoriale di Jaffarno e non è considerata una forma di influenza politica.

desiderio Ha già iniziato a pubblicare una serie di episodi per il suo canale YouTube con varie tappe, incontri e momenti salienti del lavoro dietro le quinte.

“Il successo sembra un incontro serale con 20 giovani del sud che si trovano fuori dai forti della nostra comunità”, dice.

“Quelle 20 persone saranno con perfetti sconosciuti venerdì sera per parlare di cosa dovrebbero fare i governi per migliorare le infrastrutture o i trasporti pubblici nelle regioni, piuttosto che con i loro amici.

“La generazione a cui appartengo è l’opposto di ciò che viene comunemente descritto. Dimostriamo che c’è qualcosa di completamente diverso dalle persone che non sono interessate e coinvolte in ciò che sta accadendo in politica.

READ  L'attaccante dell'Irlanda del Nord Connor Washington è stato escluso dallo scontro con l'Italia a causa di un infortunio

“Quei giovani lo sanno meglio [what is going on], Ma non vogliono informarci nel modo in cui pensavamo 30 o 40 anni fa, la reazione che vediamo e sperimentiamo ne è una testimonianza. “

Avvio con contenuti nuovi di zecca

Dal suo lancio all’inizio del 2020, Will Media Ha più di 1 milione di follower su Facebook e Instagram, con i 18-24enni che rappresentano un terzo di Instagram e un quarto di Facebook. Ha una serie di programmi podcast con 7,5 milioni di download, con la sua popolazione più numerosa di età compresa tra 23 e 27 anni. Il suo ciclo di newsletter ha oltre 18.000 abbonati.

In collaborazione con organizzazioni come Nike, UNESCO e l’Ambasciata tedesca a Roma, incoraggia le conversazioni sui valori aziendali ed è finanziato attraverso contenuti di marca purché siano coerenti con loro in termini di sostenibilità e giustizia sociale.

“Pensiamo di avere molte conoscenze da utilizzare”, spiega Jaffrano. “Ci sono persone che lavorano per aziende nel settore della moda o del cibo e potrebbero sapere molto su cosa possiamo effettivamente fare per rendere quelle aziende più sostenibili.

“Siamo molto severi. Fin dall’inizio abbiamo detto ai nostri clienti ‘scusate se volete pubblicizzare i vostri ultimi pantaloni, questo non è il posto che fa per voi’. Siamo in una posizione abbastanza forte e il rapporto è forte, andare avanti.”

La redazione scrive anche contenuti brandizzati, quindi non ci sono pecche con i partner per quanto riguarda il tono di voce. In altre parole, un articolo che possono pubblicare in modo diverso, con l’unica differenza che sopra c’è una partnership a pagamento perché un’azienda ha scelto di supportare il lavoro.

READ  Esistono persino restrizioni all'ingresso e al traffico per i cittadini indiani in Germania e in Italia

“Quello che dovrebbe essere il branded content è un’idea completamente diversa: non iniziamo con ciò che vuole il cliente, iniziamo con ciò che vogliamo raccontare al nostro pubblico ogni giorno.

Vuoi ricevere comunicati stampa e aggiornamenti di lavoro direttamente sul tuo telefono? Iscriviti a Journalism.co.uk nel nostro Telegram Canale di lavoro Per gli ultimi lavori, e i nostri Canale di notizie Per la digestione settimanale ogni lunedì mattina.

Newsletter gratuita quotidiana

Se ti piacciono le nostre notizie e gli articoli in primo piano, puoi iscriverti per ricevere la nostra newsletter e-mail quotidiana gratuita (dal lunedì al venerdì) (compatibile con i dispositivi mobili).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *