Wafer globali per aumentare la produzione di wafer

  • Di Lisa Wang / Reporter dello staff

GlobalWafers Co (環球 晶圓), il più grande fornitore mondiale di wafer di silicio, ha affermato che aggiungerà circa 20.000 chip avanzati da 12 pollici al mese da prodotti domestici standard a partire da questo trimestre, ha affermato la società lunedì.

La società di semiconduttori con sede a Hsinchu ha affermato che sta aumentando la capacità di produzione negli stabilimenti di Taiwan, Giappone, Corea del Sud e Italia per soddisfare la forte domanda.

Con le aggiunte, ha aggiunto, GlobalWavers prevede di aumentare la propria capacità dal 10 al 15 percento.

Foto: Fang Weijie, Taipei Times

Ha aggiunto che gran parte della nuova capacità sarà disponibile dalla seconda metà di quest’anno.

“Taiwan per essere il primo posto per raggiungere l’obiettivo, con [fabs in] “Il Giappone e la Corea del Sud avranno una nuova capacità dopo”, ha detto ai giornalisti la presidente di GlobalWafers Doris Hsu (徐秀蘭) durante un evento mediatico.

GlobalWafers ha ribadito le sue solide prospettive di business per quest’anno e oltre.

“La domanda non è un problema. Le forniture di materie prime sono scarse, ma possono ancora essere gestite”, ha affermato Hsu. “Tutti i nostri stabilimenti sono pienamente sfruttati. Tutte le dimensioni dei chip sono al completo. La fornitura di fab da 12″ è la più compatta, tutti i nostri clienti espandono il nostro fab da 12”.

Hsu ha affermato che l’aumento dei costi di trasporto – che si è triplicato o addirittura quadruplicato – e la congestione portuale rimangono le sfide maggiori.

“Abbiamo rappresentato la maggior parte degli aumenti dei costi nelle quotazioni dei chip, ma gli aumenti dei costi di trasporto hanno superato le nostre aspettative”, ha affermato.

READ  I profitti Ferrari aumentano con il ritorno della produzione

Per supportare l’espansione della capacità, GlobalWafers e la sua società madre, Sino-American Silicon Products Inc (中美 矽晶), una società di energia solare, prevedono quest’anno di assumere più di 500 persone a Taiwan, rispetto ai circa 100 nuovi posti di lavoro dell’anno scorso, ha detto Hsu.

Hsu ha affermato che la carenza di lavoratori è diventata una nuova sfida per l’azienda per espandere la produzione quest’anno, insieme alla scarsità di materie prime.

GlobalWafers ha affermato che l’accordo di fusione di Siltronics AG è ancora in corso, aggiungendo che spera di chiudere l’accordo entro la scadenza del 31 gennaio.

I commenti saranno moderati. Conserva i commenti relativi all’articolo. Le note che contengono un linguaggio osceno o osceno, attacchi personali di qualsiasi tipo o promozioni e ban dell’utente verranno rimosse. La decisione finale sarà a discrezione del Taipei Times.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *