Videoclip di Donald Trump rimosso da Facebook “in linea con il divieto” | Tecnica

Facebook mercoledì ha rimosso una clip da un’intervista con Donald Trump Dalla sua piattaforma, secondo la moglie del figlio dell’ex presidente Lara Trump.

In un post condiviso sul suo account Instagram, Lara Trump e lei Commentatore di Fox NewsUn messaggio dei funzionari di Facebook che la avvertono di aver rimosso un video teaser di un’imminente intervista con il padre di suo marito su Fox News.

Il messaggio è stato inviato da Facebook spiegato Che il video è stato rimosso “in linea con il divieto degli account Facebook e Instagram di Donald Trump”.

“Questa direttiva si applica a tutti gli account e le pagine della campagna, incluso il Team Trump e altri veicoli di messaggi della campagna sulle nostre piattaforme e le alternative precedenti”, e-mail, pubblicata all’indirizzo Instagram inserzionista.

Ha aggiunto che “qualsiasi altro contenuto pubblicato dalla voce di Donald Trump verrà rimosso e porterà a ulteriori restrizioni sugli account”.

Donald Trump è stato bandito Il sito di social networking Facebook Dai primi di gennaio, dopo l’incitamento e poi la mancata condanna della violenta rivolta in Campidoglio. All’epoca, il CEO Mark Zuckerberg ha affermato che la società credeva che “i rischi di consentire al presidente di continuare a utilizzare i nostri servizi durante questo periodo sono semplicemente troppo grandi”.

Domanda l Se Trump sarà autorizzato a tornare Sulla piattaforma se ne discute dal Consiglio di sorveglianza di Facebook, un gruppo nominato da Facebook che include ex politici, esperti di politiche e accademici che mira a prendere decisioni indipendenti sul contenuto. Secondo quanto riferito, una decisione sul destino dell’account Trump è imminente.

Trump ha visto i suoi account rimossi da diverse piattaforme di social media sulla scia della rivolta, tra cui Twitter e Instagram di proprietà di Facebook. Twitter ha detto che l’ex presidente non sarebbe mai stato autorizzato a tornare.

READ  Esporre: l'enorme impero reale britannico dello sceicco Mohammed | Sheikh Mohammed bin Rashid Al Maktoum

Il divieto di Trump dalle piattaforme ha alimentato l’argomento avanzato da molti repubblicani secondo cui le opinioni conservatrici vengono ingiustamente censurate dalle società di social media. L’accusa è stata sollevata ripetutamente in udienze antitrust, sebbene in realtà ci siano poche basi. Infatti, invece di essere censurati, gli studi mostrano contenuti conservatori Spesso supera le prestazioni Contenuti liberali su Facebook e guardati da più utenti.

Facebook non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *