Valutazioni e analisi dei giocatori, poiché Benzema ha messo in ombra Mbappé nel thriller della Champions League

Real Madrid – Paris Saint-Germain 3-1 (3-2 complessivo) (Benzema 61, 77, 78′ | Mbappé 39′)

Dopo aver visto Kylian Mbappe, il ragazzo simbolo del calcio francese e suo potenziale erede come la stella del Real Madrid rubare la scena al Bernabeu, Karim Benzema ha deciso di lasciare il segno.

Con il Real in svantaggio per 1-0 nella notte e 2-0 complessivo prima dell’ultima mezz’ora, era necessario qualcosa di drastico per portare il pareggio a loro favore. Entra Benzema, che ha segnato una tripletta in 17 minuti per mandare la sua squadra ai quarti di finale di Champions League e solleva domande familiari sulla fragile mentalità del PSG.

Per molto tempo è sembrato che questa, come l’andata a Parigi, sarebbe stata la notte di Mbappé. Il Real Madrid sa tutto di Mbappe, ovviamente: è lui il prescelto, in fondo, la stella identificata dal maestro della Super League Florentino Perez come colui che ha graffiato il prurito intrattabile del Galactico.

più di calcio

Non che avresti pensato che fosse lui a giudicare come difendersi, bada bene. Mbappe ha effettivamente rivelato in anticipo il piano di gioco del PSG a BT Sport.

“Messi e Neymar adorano la palla sotto i loro piedi e io sono il giocatore che può andare avanti nei miei movimenti senza palla”, ha detto Mbappe al critico di BT Mbappe in un inglese fluente. “Posso fare a meno della palla per creare spazio per gli altri e anche per me stesso”.

Essendo il più giovane giocatore di gran lunga davanti al trio di fama mondiale del Paris Saint-Germain, il compito di Mbappe quando un grande statista prende la palla è semplice: correre.

READ  Il presidente della Juventus Agnelli 'non sapeva' dell'esame di cittadinanza italiana per Luis Suarez prima del fallito trasferimento

In tre occasioni nel primo tempo, Neymar, Messi e poi Neymar hanno mandato di nuovo Mbappe a correre e al terzo tentativo ha aperto le marcature, colpendolo oltre Thibaut Courtois sul primo palo.

Sembrava la notte di Mbappe per un’ora (Immagine: GETTY)

Neymar e Mbappé si sono incontrati di nuovo dopo l’inizio del secondo tempo quando i francesi hanno eseguito un glorioso burattino che ricorda la partita di Pelé per il Brasile contro l’Uruguay nella semifinale della Coppa del Mondo del 1970 per ingannare Courtois prima di infilare la palla in rete. Aggiungilo alla tua gloriosa collezione di gol in fuorigioco crudelmente squalificati.

Forse questa è stata la svolta, anche se sarebbe stata un’interpretazione benevola dei fatti per il portiere del PSG Gianluigi Donnarumma. Il giocatore italiano, molto importante a Euro 2020 la scorsa estate, ha passato l’iniziativa al Real Madrid, passando il pallone direttamente a Vinicius Junior, che ha fatto squadra per Benzema per colpire la palla in rete.

Il secondo e il terzo sono stati separati da 10,5 secondi. Per prima cosa, Luka Modric, il grande capitano di questa competizione, ha impostato Benzema con un passaggio magnificamente mascherato per scatenare il pareggio con un tiro al volo di Marquinhos disperato.

E poi subito dal calcio d’inizio del PSG è arrivato il ko, con Benzema che ha colpito l’estremità predatoria nell’angolo inferiore lasciando gli ospiti sbalorditi.

Mbappe è stato progettato per diventare il miglior giocatore del mondo nel prossimo decennio. Ma non escludiamo che Benzema vinca per primo il Pallone d’Oro.

Real Madrid (4-3-3)

  • Courtois 6
  • Carvajal 5
  • Militao 5
  • Alaba 7
  • nacho 6
  • Valverde 7
  • Croce 7
  • Modrico 8
  • Asensio 6
  • Vinicio Junior 7
  • Benzema 10

Sottotitoli:

  • Caminga 6
  • Vasquez 6
  • Rodrigo 6

Paris Saint Germain (4-3-3)

  • Donnarumma 5
  • Hakimi 6
  • Marquinhos 5
  • Kimpembe 6
  • Mende 6
  • Paredes 6
  • Pereira 6
  • Verrati 7
  • Messi 6
  • Mbappé 9
  • Neymar 7

Sottotitoli:

  • Jay 6
  • Di Maria N/A
  • Draxler N/A

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *