Uomo arrestato in Italia per la morte di un immigrato britannico-vietnamita | Italia

La polizia italiana ha arrestato un uomo ricercato dal Regno Unito in relazione a una cospirazione per rapimenti di massa che ha portato all’uccisione di 39 immigrati vietnamiti nel retro di un camion.

Stephen Damian Dragos, un cittadino rumeno di 28 anni, è stato accusato di aver fornito un camion che trasportava immigrati nel Regno Unito, secondo un rapporto della polizia.

Ha aggiunto che Dragos, detenuto dalla polizia a Milano su mandato di cattura del Regno Unito, era “membro di un’organizzazione criminale dedita all’immigrazione clandestina”.

Il container è soffocato quando 39 vietnamiti – due dei quali giovani ragazzi di 15 anni – sono stati portati in un luogo dove speravano ci sarebbe stata una nuova vita in Gran Bretagna.

I loro corpi sono stati trovati nell’ottobre 2019 all’interno di un’unità sigillata in un porto vicino a Londra.

Il caso getta una nuova luce scioccante su quanto lontano dovrebbero spingersi gli immigrati per raggiungere la Gran Bretagna e su come le bande sfruttino la loro frustrazione.

I capi della banda dei rapitori, Ronan Hughes e Giorga Nica, sono stati condannati per 39 capi di omicidio in un tribunale di Londra all’inizio di quest’anno, scontando rispettivamente 20 e 27 anni di carcere.

Ottunarkalana Maurice Robinson e Harrison credono che la pena detentiva di 13 e 18 anni sia stata assegnata rispettivamente.

READ  L'adolescente Kauf mette in scena a Parigi dopo la vittoria della terra battuta italiana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *