‘Uno dei migliori giocatori al mondo nella sua posizione’ – ha elogiato l’ambizioso difensore del Tottenham

In estate bisognosi di rinforzi sul retro, gli Spurs, tramite il ds Fabio Paratici, si sono trovati immersi in un gruppo di giocatori che conoscono bene.

Dopo aver acquistato Christian Romero dal Genoa per la Juventus prima di mandarlo in prestito all’Atalanta, il responsabile del trasferimento italiano sapeva che probabilmente avrebbe incontrato l’argentino a Londra, ed è stato allora che ha iniziato a lavorare per assicurarsi un accordo oltre il confine.

La sua ex squadra ne ha ricavato un po’ di soldi, con il club bergamasco che ha dovuto pagare 16 milioni di euro alla controparte torinese per rendere permanente il trasferimento e raccogliere qualsiasi profitto oltre a quello, che sarebbe di circa 34 milioni di euro.

Mentre Romero potrebbe aver giocato solo tre volte in campionato sotto Nuno Espirito Santo, ha anche fatto diverse apparizioni in Europa, il che significa che i fan degli Spurs stanno lentamente iniziando ad apprezzare ciò che ha da offrire.

Ma per altri, il pedigree del giocatore è sotto gli occhi di tutti, con Lionel Scaloni, Parlando con La NacionIl che ha fatto affermazioni forti sull’uomo degli Spurs.

Incorpora da Getty Images

Egli ha detto: “È uno dei migliori giocatori al mondo nella sua posizione. Trabocca di umiltà, è quello che vogliamo dai 30 che chiamiamo. Non pensa a se stesso, trasmette sempre il desiderio di essere qui, ed è quello che spettacoli in campo.

“Deve continuare a migliorare, è troppo giovane. Ad un certo punto incontrerà delle difficoltà e dovremo essere lì per sostenerlo”.

La sua prossima partita sarà contro il Perù per il suo paese, prima di tornare al Tottenham, dove ha ancora molto da dimostrare.

READ  Christian Romero: il Tottenham è ancora in trattativa con l'Atalanta e il difensore argentino | notizie di calcio

Tuttavia, ha delle ambizioni ed è chiaro che spera che il tempo trascorso agli Spurs lo aiuti a realizzarle.

Perché, come ha detto La Nacion, è un “concorrente a catena” e “né i soldi né la Premier League gli fanno sentire di aver centrato il suo obiettivo”.

Come si suol dire, Romero “troverà sempre una nuova carota da cacciare”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *