Un uomo iraniano di 20 anni “decapitato da un fratellastro e da cugini che hanno scoperto di essere gay” – World News

Presumibilmente, la sua famiglia ha decapitato un uomo iraniano per essere gay.

I rapporti affermano che il ventenne Ali Fadhili Monfared aveva chiesto l’esenzione dal servizio militare a causa del suo orientamento sessuale.

Ma quando è arrivata la lettera che gli diceva che aveva avuto successo, non era a casa e i parenti l’hanno scoperto inconsapevole.

Il fratellastro del signor Monfar e due dei loro cugini lo avrebbero attirato in un’auto prima del brutale omicidio.

Secondo quanto riferito, i presunti autori hanno lasciato il corpo sotto una palma nel villaggio di Borumi, prima di contattare sua madre con la notizia dell’orrore.

Hai una storia? E-mail webnews@mirror.co.uk.

Gli avvocati per i diritti umani e gli attivisti per i diritti umani si sono battuti a lungo per cambiare la legislazione in Iran

Tragicamente, il signor Monfared, meglio conosciuto come Alireza, stava progettando di recarsi in Turchia per stare con il suo partner pochi giorni prima della sua morte.

Tre uomini sono stati arrestati in relazione al caso e probabilmente saranno accusati di omicidio, ha detto 6 Rang, Che è un’organizzazione LGBT + iraniana.

Il gruppo ha detto che il signor Monfared è stato ucciso a causa della sua esenzione militare – che potrebbe indicare l’omosessualità dei funzionari.

“Purtroppo, nel caso di Alireza, questa scelta gli è costata la vita”, si legge in un comunicato.

La madre di Ali Reza, comprensibilmente, è scioccata.

“Sta soffrendo un dolore tremendo per la morte del suo unico figlio, e di conseguenza è stata ricoverata in ospedale”.

Ali Fadhli Monfared, 20
Si dice che il signor Monfred avesse una relazione travagliata con il suo fratellastro

Il signor Monfared ha parlato con sua madre al telefono per l’ultima volta martedì, ha detto il suo partner Agil Abiyat Iran Wire.

READ  Il Pentagono conferma che le foto degli UFO in cima alle navi da guerra statunitensi sono reali e catturate dalla Marina

Ha anche guidato l’onore di dozzine di attivisti e amici che si sono riversati dopo l’orribile morte.

“Non c’è niente di più difficile che aspettarsi di vedere qualcuno che ami in pochi giorni, e improvvisamente sentire che è morto”, ha detto.

“Niente è più difficile che non essere in grado di vedere o sentire la sua voce per sempre.

“Questo è un dolore doloroso che rimarrà nel mio cuore fino alla fine dei tempi”.

Si dice che il signor Monfard abbia avuto un rapporto difficile con il suo fratellastro che ha criticato il modo in cui si vestiva.

I difensori dei diritti umani hanno da tempo parlato della discriminazione e del pericolo che le persone LGBT devono affrontare in Iran.

La newsletter Mirror ti offre le ultime notizie, storie di programmi, programmi TV entusiasmanti, aggiornamenti sportivi e informazioni politiche essenziali.

La newsletter via e-mail viene inviata per prima ogni mattina, a mezzogiorno e ogni sera.

Non perdere neanche un momento iscrivendoti alla nostra newsletter Qui.

L’omosessualità è punibile con la morte nel paese.

Molti omosessuali vengono anche uccisi in “delitti d’onore” dalle loro famiglie, che credono che la loro sessualità sia una vergogna.

L’avvocato per i diritti umani Jisoo Nia ha twittato: “Ali Reza Fazili è stato fatto a pezzi.

È stato brutalmente assassinato e la sua famiglia lo ha eliminato a causa del suo orientamento sessuale.

Gli atteggiamenti culturali nella società nei confronti dell’omosessualità sono letteralmente un problema di vita o di morte.

“Ciò che aggrava il problema è quando le leggi del paese non forniscono alcuna protezione”.

6Rang ha aggiunto in una dichiarazione:[The] Le carte di esenzione vengono emesse dal Corpo delle Guardie rivoluzionarie islamiche.

READ  L'Etiopia sta combattendo una guerriglia "difficile ed estenuante" nel Tigray, secondo il primo ministro Etiopia

Alireza ne ha ricevuto uno indicando che è gay, e ciò è consentito dal paragrafo 5 dell’articolo 7 delle leggi di esenzione militare.

“Le circostanze che circondano la morte di Alireza riaffermano le nostre preoccupazioni sui potenziali pericoli dell’esenzione dei giovani dall’orientamento sessuale in Iran.

“Sottolinea ancora una volta la necessità di una legislazione proattiva in questo settore”.

Il Centro per i diritti umani in Iran ha aggiunto Twitter : “La spregevole uccisione di Ali Reza Fadhili Monfared, 20 anni, in Iran – secondo quanto riferito a causa del suo orientamento sessuale – è il risultato del governo iraniano che continua a perpetuare menzogne ​​sull’omosessualità.

“Non è consentito discriminare o danneggiare alcuna persona a causa del suo orientamento sessuale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *