un uomo della contea di Boise muore di rabbia; Prima morte per virus in Idaho in 43 anni

Un pipistrello che vola durante il pasto in Arizona. I pipistrelli sono tra i più grandi vettori di rabbia. (Joe MacDonald, Shutterstock)

Tempo di lettura stimato: 3-4 minuti

Un uomo dell’Idaho che i funzionari sanitari statali ritengono non sapesse di essere stato morso o graffiato con una racchetta alla fine di agosto è morto di rabbia il mese scorso, hanno detto i funzionari giovedì.

È la prima morte umana per rabbia nello stato dal 1978, secondo il Dipartimento della salute, del benessere e della salute dell’Idaho centrale.

“Questo tragico caso evidenzia quanto sia importante per gli abitanti dell’Idaho essere consapevoli del rischio di esposizione alla rabbia”, ha detto in una dichiarazione l’epidemiologo dell’Idaho, la dott.ssa Kristen Hahn. “Sebbene i decessi siano rari, è importante che le persone esposte ai pipistrelli ricevano un trattamento appropriato per prevenire l’insorgenza della rabbia il più rapidamente possibile”.

Le agenzie hanno riferito che un uomo della contea di Boise, il cui nome e la cui età non sono stati resi noti, ha incontrato un pipistrello nella sua casa alla fine di agosto. Il pipistrello è volato vicino a lui ed è rimasto incastrato nei suoi vestiti, ma l’uomo non sapeva di essere stato morso o graffiato. La contea di Boise è a circa un’ora e mezza di auto da Boise, che è la capitale dello stato e capoluogo della contea di Ada County.

Poi, a ottobre, l’uomo si è ammalato ed è stato portato in un ospedale nella zona di Boise prima di morire. I funzionari hanno detto di aver appreso dell’incidente del pipistrello quando hanno indagato sulla sua morte. Hanno detto che da allora sono stati in contatto con la famiglia dell’uomo, coloro che lo hanno curato e chiunque altro fosse stato esposto al virus.

I funzionari sanitari dell’Idaho e dello Utah osservano che la rabbia ha il più alto tasso di mortalità di qualsiasi altra malattia. Tuttavia, le morti per rabbia negli esseri umani sono estremamente rare. nel 2018, un uomo Moroni di 55 anni che ha avuto la prima morte di rabbia nello Utah dal 1944. Quel caso tre anni fa riguardava anche i pipistrelli.

Dopo che una coppia di animali domestici è entrata in contatto con animali selvatici portatori di rabbia nell’area di St. George all’inizio di quest’anno, Hannah Rittler, un’epidemiologa del Dipartimento della Salute dello Utah, ha dichiarato in una dichiarazione il 24 settembre.

“Ecco perché è così importante lavorare con gli ufficiali di controllo degli animali, i funzionari (divisione della fauna selvatica dello Utah) e i dipartimenti sanitari locali per determinare se è necessario un vaccino antirabbico post-esposizione”, ha aggiunto. “È un trattamento salvavita e il motivo per cui i casi di rabbia negli esseri umani sono diminuiti drasticamente negli ultimi 100 anni”.

Secondo la Mayo ClinicI sintomi della rabbia comprendono: febbre, mal di testa, nausea, vomito, agitazione, ansia, confusione, iperattività, difficoltà a deglutire, salivazione eccessiva, paura causata dai tentativi di bere liquidi per difficoltà a deglutire l’acqua, paura causata dal volo dell’aria sul corpo. Facciale, allucinazioni, insonnia, paralisi parziale.

I funzionari sanitari dell’Idaho affermano che l’esposizione alla rabbia è più comune. Dicono che circa 60.000 americani ricevono la serie di vaccinazioni post-esposizione ogni anno.

I funzionari del Dipartimento delle risorse della fauna selvatica dello Utah affermano che i pipistrelli sono il portatore più comune di rabbia nello Utah. I pipistrelli rappresentano tutti tranne due dei 96 casi confermati di rabbia nello Utah dal 2016. A settembre, ci sono stati anche 59 casi di esseri umani esposti al virus negli ultimi cinque anni, con un decesso.

I funzionari sanitari dell’Idaho affermano che solo quest’anno 14 pipistrelli sono risultati positivi alla rabbia nel loro stato. Circa l’11% dei 159 pipistrelli testati nello stato di Jawhar lo scorso anno portava anche il virus.

Se qualcuno nello Utah è stato in contatto con un animale che potrebbe avere la rabbia, l’agenzia consiglia di “chiamare immediatamente” il controllo degli animali locale o l’ufficio DWR in modo che possano prelevare l’animale per il test della rabbia. Se l’incidente si è verificato durante il fine settimana, ti incoraggiano a chiamare il numero non di emergenza del tuo dispaccio di polizia locale, che può contattare il personale DWR.

Se l’animale non può essere testato, dicono che si dovrebbe presumere che una persona che è stata in contatto con la creatura sia stata esposta al virus.

“Visita immediatamente il sito Web del Dipartimento della salute dello Utah per trovare il luogo più vicino per ricevere il vaccino contro la rabbia (profilassi post-esposizione)”, hanno scritto i funzionari dell’agenzia in una nota. “Chiama il tuo dipartimento sanitario locale per porre domande e segnalare l’incidente.”

Storie correlate

Altre storie che potrebbero interessarti

READ  Il Massachusetts riporta due nuovi casi umani di virus del Nilo occidentale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *