Un uomo agli arresti domiciliari in Italia avrebbe supplicato la moglie di andare in carcere per evadere: ‘Prigione è meglio’

  • In Italia, un uomo agli arresti domiciliari avrebbe chiesto alla moglie di andare in prigione per fuggire.

  • Il cittadino albanese di 30 anni stava scontando una condanna agli arresti domiciliari per reati di droga. Lo Straits Times ha riferito.

  • L’uomo “non poteva più far fronte all’essere costretto a vivere con sua moglie”, hanno detto i funzionari.

Un uomo agli arresti domiciliari in Italia ha chiesto alla moglie di andare in carcere per evadere.

“Non lo sopporto più”, ha detto l’uomo, secondo il quotidiano italiano Ambasciatore. “La prigione è la cosa migliore.”

Il cittadino albanese di 30 anni, che vive nel comune di Monteselio a Guidonia, “non può più sopportare di essere costretto a vivere con la moglie”, hanno detto i funzionari locali. Secondo The Straits Times.

“Irritato dalla situazione, voleva scappare e ha chiesto spontaneamente ai Carabinieri di scontare la pena”, hanno detto i funzionari italiani. Il comando generale dei carabinieri non ha risposto subito alla richiesta di commento dell’insider.

Il capitano Francesco Giacomo Ferrande, capitano dei Carabinieri di Divoli, ha detto che l’uomo era agli arresti domiciliari per reati di droga.

“Viveva a casa con sua moglie e la sua famiglia. Non va più bene”, ha detto Ferrande. “Ha detto: ‘Ascolta, la mia vita familiare è un inferno. Non posso più farlo. Voglio andare in prigione.'”

La persona è stata arrestata e incarcerata.

Leggi l’articolo originale su Business Insider

READ  Caso Suarez, procuratore indaga sulla corruzione: Joe si dichiara non colpevole di accusa (per ora)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *