Un resoconto imminente di Vladimir Putin

Anche nel profondo dell’inverno russo e sotto il dolore di essere picchiato dalla polizia o di anni di prigione, Migliaia di manifestanti sono scesi in piazza ieri Nella più grande serie di manifestazioni viste nell’era post-sovietica. Apparentemente, chiedevano il rilascio di Alexey Navalny, politico dell’opposizione Tornato a Mosca dopo essersi ripreso in Germania da un tentativo di ucciderlo con un agente nervino.

Il suo coraggio lo ha aiutato a rischiare la prigione o addirittura l’assassinio tornando indietro Crescente ostilità verso Vladimir Putin, Il cui controllo ventennale del potere deve affrontare la sua sfida più grande. Il presidente russo ha assistito a proteste simili in passato perché erano in gran parte limitate agli attivisti nelle principali città. Si affidava al sostegno della stragrande maggioranza della popolazione, usando l’avventura militare per alimentare il fervore nazionalista, come l’annessione della Crimea.

Ma nel mezzo di una pandemia che ha rallentato la crescita economica globale, la Russia sta soffrendo più degli altri. Le sanzioni hanno fatto prosciugare gli investimenti stranieri dal settore energetico e non ci sono nemmeno molti investimenti interni. Il popolo russo può vedere che due decenni di governo di Putin non hanno portato prosperità, né ha reso “di nuovo grande la Russia”. Il suo unico vantaggio è che l’opposizione è scissa e non ha una visione coerente del futuro della Russia.

Quest’anno ci saranno elezioni che Putin tenterà di manipolare impedendo agli oppositori di opporsi al suo partito Russia Unita. Nel tentativo di soffocare le manifestazioni, Mosca ha ritratto Navalny come un “fantoccio” dell’Occidente che cerca di minare la Russia. Queste proteste non sono legate al signor Navalny. Riguardano l’uomo al Cremlino.

READ  Roman Protasevic: il giornalista bielorusso dell'opposizione appare in un nuovo video dopo l'arresto del "dirottamento"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *