Un morto e sei feriti in un attacco missilistico nei pressi di una base Usa nel Kurdistan iracheno

Un attacco missilistico vicino a una base militare americana nel Kurdistan iracheno ha ucciso una persona e ne ha ferite sei, secondo le forze della coalizione.

Almeno tre missili sono atterrati in una zona vicino all’aeroporto internazionale di Erbil nel capoluogo di provincia, intorno alle 21:30 ora locale.

Un appaltatore civile che lavorava con la coalizione è stato ucciso e cinque feriti. Ferito anche un soldato americano.

Funzionari della sicurezza curdi hanno affermato che almeno due civili sono rimasti feriti e che auto e altre proprietà sono state danneggiate nelle aree residenziali.

Le riprese televisive locali hanno mostrato auto distrutte e vetri in frantumi che coprivano un’area in cui era stata colpita da un colpo di mortaio.

L’aeroporto di Erbil, uno degli aeroporti più trafficati dell’Iraq, è stato chiuso ei voli sono stati sospesi per motivi di sicurezza.

Wayne Maruto, un portavoce dell’operazione Inherent Resolve, ha twittato che le forze della coalizione sono state sotto il “fuoco indiretto”.

“Un appaltatore civile è stato ucciso, 5 appaltatori civili sono rimasti feriti e un soldato americano è rimasto ferito”, ha aggiunto.

Il vetro è rotto nell’edificio Bright Castle Motors a seguito dell’attacco missilistico vicino all’aeroporto di Erbil

(Reuters)

Il presidente iracheno Barham Salih ha affermato che prendere di mira Erbil rappresenta una “pericolosa escalation e un atto criminale di terrorismo”.

Ha aggiunto: “Non abbiamo altra scelta che rafforzare con forza i nostri sforzi per sradicare le forze del terrorismo e tentare di gettare il paese nel caos”.

Un gruppo che si fa chiamare Brigate Awliya al-Dam ha rivendicato la responsabilità dell’attacco alla base americana, affermando che aveva come obiettivo “l’occupazione americana” in Iraq. Non ha fornito alcuna prova della sua affermazione.

Gli attacchi missilistici hanno spesso preso di mira la presenza statunitense a Baghdad, inclusa l’ambasciata americana, ma gli attacchi all’aeroporto di Erbil e alla base militare adiacente sono rari. Restano in Iraq solo 2.500 soldati americani.

Lo scorso settembre, quando sei razzi Katyusha sono atterrati vicino all’aeroporto, il servizio antiterrorismo nel Kurdistan iracheno ha incolpato i gruppi sciiti iracheni sostenuti dall’Iran.

Segnalato da The Associated Press e Reuters

READ  Notizie sulla Brexit: Macron ha arruolato il VDL per etichettare il Regno Unito come una "nazione canaglia" a causa della Brexit | Politica notizia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *