Udinese Atlanta 1-1, Gol e Highlights. Le reti di Pereira e Muriel, un solo punto a Casparini

UDINESE-ATALANTA 1-1 (Punti salienti)

1 ‘Pereira (U), 44’ Muriel (A)


Udinese (3-5-1-1):
முசோ; Beccao, Bonifacio, Samir; Strizer Larson (89 ‘Molina), de Paul, Arslan (89’ maggio), Montgomera (57 ‘Wallace: 72’ Dulophy), Ziegler; Pereira; Lasagna. Tutti. Coty

Atlanta (3-4-2-1): Colini; Doloi, Romero, Palomino; Hatfire (59 ‘Cossans), de Rune, Pesina, Mahley; Miransuk (59 ‘Ilik), Malinowski (81’ Freiler); Muriel (59 ‘Sabada). Tutti. Casperini

Ammoniti: Pereira (U), Gcallar (U), Freiler (A), Boniface (U), Romero (A)

Dopo 45 giorni di posticipo per maltempo il 6 dicembre, Udinese e Atlanta pareggiano 1-1 nella decima giornata di Serie A. Un punto per parte e tristezza per entrambi gli avversari nell’arena della Dacia: friulani delusi dal freddo vantaggio di Pereira, ma non vincono per 8 turni, poiché i bergamaschi si ritirano come hanno fatto con il Genoa, seppur in una serie utile di 9 partite di campionato. Un concorso che ti permette di recuperare classifica, A differenza di Devi, è ancora più importante per i bianconeri (terzo posto ultimo +4): svanisce solo il 3 ° posto, con la Juventus che finisce quinta su 33 partite in attesa nella sfida di sabato contro la capolista Milan.

Tutti i giorni della gara

Una novità per Coty dall’inizio (Arslan a Wallace), 5 modifiche per sostituire Casparini In attesa di un confronto diretto a San Siro. Primo da titolare in campionato per Mehl (fuori Kozensen) e Miransuk, si è schierato con Malinowski dietro a Muriel. Panchina Ilikik, Zapada e Froler, al posto di Pesina al centro, così come Jim City che permette a Romero di rientrare. È pronto per partire e dopo 23 secondi è già 1-0: Lasagna Dolly birichina e libera di correre Pereira, L’Udinese è impeccabile per sempre. Malinowski e Pesina giocano la carica, e a loro piace Dolo. Tanta isteria in campo, l’intensità di regalare ad Atlanta un altro goal: le forze di Mahal Muso Campione in marcia, intervento ripetuto su Doloi. Se metti in pericolo la frittata a Corini Pereira (il contatto non è severamente punito dal Calvario), Muriel ha pareggiato il punteggio prima dell’intervallo: Mossa personale del colombiano per rompere le strade centrali e raggiungere l’11 ° posto in campionato. In ripresa Miransuk Toccando l’incrocio, Casparini cerca l’artiglieria pesante (all’interno di Illicic, Zapada e Cosens), ma non la rompe. L’occasione d’oro è nella testa Romero Manda fuori e Coty solleva il muro e blocca un punto prezioso. Invece un equilibrio che riduce la corsa alle basi più alte di Atlanta.

READ  Amazon Studios annuncia il primo film originale italiano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *