Ucraina: esplosioni multiple scuotono la città di Leopoli mentre enormi pennacchi di fumo si alzano sopra la città

Diversi attacchi missilistici hanno colpito il lato occidentale Città ucraina di Leopoli Sabato, hanno detto i funzionari ucraini.

Alla gente del posto è stato detto di rimanere in casa mentre densi pennacchi di fumo si alzavano sopra la città di 700.000 abitanti, a volte chiamata la capitale occidentale dell’Ucraina.

Il sindaco di Lviv, Andrei Sadovy, ha affermato che cinque persone sono rimaste ferite in due attacchi missilistici che hanno dato fuoco a un deposito industriale di carburante. Ha detto che le zone residenziali non sono state colpite.

Il governatore Maxim Kozytsky ha riferito di “tre esplosioni più potenti” circa un’ora dopo.

Il signor Kozetsky ha detto che un uomo era stato arrestato con l’accusa di spionaggio sul luogo di uno degli attacchi.

Ha detto che la polizia ha trovato l’uomo che aveva registrato un missile che volava verso il bersaglio e lo stava colpendo. La polizia ha anche trovato sul suo cellulare le foto dei posti di blocco nell’area, che il signor Kozetsky ha detto sono state inviate a due numeri di telefono russi.

Un denso fumo si alza su Leopoli dopo un attacco aereo

(Reuters)

Il sindaco Sadovy ha affermato che gli ultimi scioperi hanno causato “gravi danni” alle infrastrutture. I residenti sono stati invitati a rimanere a casa mentre suonavano le sirene.

Testimoni hanno detto a Reuters di aver visto del fumo sul lato nord-orientale di Leopoli.

L’Ucraina occidentale era più tranquilla che in qualsiasi altra parte del paese durante la guerra con le forze russe concentrate a nord, est e sud.

Alcuni attacchi russi hanno colpito siti nella regione di Leopoli, secondo funzionari ucraini. Il sindaco di Leopoli Andrei Sadovyi ha affermato che venerdì scorso è stato colpito un impianto di riparazione di aerei.

Fumo nero e fiamme salgono da un incendio a seguito di un attacco aereo a Leopoli sabato

(AFP/Getty Images)

Due settimane fa, le forze russe hanno sparato missili contro un centro di addestramento militare vicino a Lviv – l’obiettivo più occidentale in quel momento – e hanno ucciso 35 persone.

Dall’inizio dell’invasione, Leopoli è diventata un rifugio sicuro per circa 200.000 sfollati ucraini. Molti sono fuggiti in città mentre si recavano a cercare rifugio nei paesi dell’ovest.

Gli attacchi di sabato a Leopoli, che si trova a 50 miglia a est del confine ucraino con la Polonia, sono avvenuti quando il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha parlato nella capitale polacca di Varsavia.

Altrove in Ucraina sabato, le forze russe sarebbero entrate nella città settentrionale di Slavutych e vi avrebbero catturato un ospedale.

Sabato un missile sorvola Leopoli

(Agenzia per la protezione ambientale)

Slavutych si trova a est di Chernihiv, una città assediata che secondo le autorità ucraine è stata tagliata fuori dall’elettricità, dal riscaldamento e dall’acqua.

I residenti hanno detto che stavano finendo il cibo e avevano paura di “diventare il prossimo Mariupol”.

Il ministero della Difesa russo ha affermato che le sue forze hanno “chiuso” le città ucraine, inclusa Chernihiv, per collegare l’esercito ucraino mentre la Russia si è concentrata sul controllo del fiume Donbass.

L’entità dell’invasione russa dell’Ucraina

(PAPÀ)

Mosca ha dichiarato venerdì che la prima fase della sua operazione militare in Ucraina è stata “generalmente completata” e che si concentrerà sulla “liberazione” della regione orientale, parte della quale è controllata dalle forze sostenute da Mosca.

Un alto funzionario statunitense ha affermato che i tentativi di impadronirsi della capitale ucraina, Kiev, si è impantanato e le forze russe sembrano avere posizioni difensive intorno alla città. Ha detto che gli attacchi aerei sulla capitale stanno continuando.

READ  I ricercatori rivelano il potere distruttivo della menzogna di Trump nelle elezioni rubate Diritti di voto negli Stati Uniti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *