Ubisoft svela la nuova tecnologia di cloud computing “progettata per potenziare i mondi di gioco di domani”

Ubisoft Ha rivelato la tecnologia di cloud computing che, secondo lei, consentirà di creare nuovi tipi di giochi.

Patrick Bach, amministratore delegato di Ubisoft Stoccolma, direttore tecnico Christian Holmqvist e direttore tecnico/manager Per-Olof Romell hanno discusso della tecnologia, chiamata Ubisoft Scaler, durante GDC Giovedì spettacolo.

Hanno affermato che consentirebbe a Ubisoft di creare mondi di gioco sempre più grandi e complessi, che potrebbero essere aggiornati in tempo reale e popolati da un numero enorme di giocatori, creando nuove esperienze social.

Dopo aver svelato il video, che può essere visualizzato di seguito, il product manager di Scaler Rommel ha dato il via alla sezione di domande e risposte della presentazione spiegando cos’è la tecnologia.

“Ubisoft Scaler è un pezzo di tecnologia fondamentale che consente ai titoli Ubisoft di sfruttare la potenza del cloud. Al centro di ciò che è anche, c’è davvero un enorme cambiamento di mentalità. Prova a guardare 10 anni nel futuro e a immaginare quali giochi dovrebbero essere e come potrebbero essere”. Sii così e cosa puoi aspettarti dai giochi e da come li crei”.

Bach, che era il direttore generale di Battlefield Studio Dado Prima di entrare in Ubisoft, ha affermato che quando lo studio di Stoccolma è stato fondato nel 2017, ha ricevuto “il mandato di rompere gli schemi che conosciamo su come sono realizzati i giochi e di spingere ulteriormente la tecnologia”.

Ha detto: “Come reimmagina cosa dovrebbero essere i giochi e cosa potrebbero essere in futuro? Quindi inizia a costruire in questo modo per creare nuove esperienze, perché in generale, i giochi di solito sono una ripetizione di ciò che è stato fatto prima. Vogliamo liberarci da quello e costruire qualcosa di grande”.

READ  Ecco uno sguardo al film di apertura di The Rockin di NEO: The World Ends with You

Rommel ha affermato che Sklar significa che la creazione del gioco non sarà influenzata dalle limitazioni che le piattaforme hardware impongono allo sviluppo.

“Questa limitazione è sempre stata presente da quando abbiamo creato giochi. In effetti, ciò in cui siamo stati davvero bravi è nascondere quelle restrizioni e aggirarle, e questa è la nostra esperienza in realtà. Ora, ciò che Scaler ci consente effettivamente di fare è rimuovere completamente quelle limitazioni invece di spingerne i limiti.

“Questo ci prepara a una nuova serie di sfide e ora che ciò che sappiamo è completamente irrilevante, dobbiamo ripensare e reimparare come sono fatti i giochi per creare le esperienze che desideriamo davvero, quindi cambia tutto”.

Rommel ha affermato che la tecnologia cloud di Scaler non deve essere confusa con lo streaming di giochi.

“Lo streaming di giochi è un modello di distribuzione, è migliore dell’accessibilità ai giochi, ma non cambia l’essenza e la qualità dei giochi. Ora, ciò che riguarda Ubisoft Scaler sono la qualità e le possibilità che offre a noi sviluppatori di giochi e giocatori”.

Ubisoft svela la nuova tecnologia di cloud computing

Ha anche affermato che Scaler non è un nuovo motore di gioco. “Non credo che avrebbe senso riavviare i motori di gioco nel modo in cui immaginiamo i motori di gioco oggi. Scaler è un’alternativa e anche un’opzione per i motori di gioco esistenti da utilizzare per l’accelerazione del cloud in termini di produzione così come in realtà -esperienze temporali.

Quindi, cosa possono aspettarsi i giocatori dai giochi creati con Scaler?

“Uno degli aspetti molto importanti che offre Scaler è che i servizi sono sempre disponibili”, ha affermato Holmqvist. “Il gioco funziona sempre e parti di quel gioco possono sempre essere aggiornate, in modo che gli sviluppatori possano creare mondi molto ricchi che possono evolversi, evolversi e cambiare il luogo in cui i giocatori li giocano effettivamente, quindi [will create] Una connessione più stretta tra giocatori e creatori”.

READ  L'aggiornamento rimuove il portale di amministrazione di Microsoft 365 • Il registro

“Penso che in generale ciò che dovremmo aspettarci da questa svolta nel cloud computing è che prima di tutto ci saranno più giocatori in un mondo comune, che penso creerà nuove esperienze sociali che non abbiamo mai visto prima”, ha detto Bach.

“Puoi anche creare simulazioni di mondi di una scala e una complessità che non abbiamo mai visto prima. E puoi aggiungerlo a un angolo di ciò in cui Ubisoft è davvero brava, ovvero la costruzione di mondi. Ora possiamo costruire mondi più grandi in modo che i giocatori può giocarci dentro”.

Scaler è una tecnologia decentralizzata resa disponibile da Ubisoft con studi che attualmente operano a Stoccolma, Kiev, Malmö, Helsinki e Bucarest.

“Ubisoft Stockholm sta lavorando all’IP che è stata sviluppata insieme a Scaler e l’obiettivo è ovviamente quello di sfruttare appieno tutte le capacità di questa nuova tecnologia, ma è troppo presto per parlarne ora”, ha affermato Bach.