Tribuna Tribuna | Gocce di “House of Gucci”.

Vorrei chiedere almeno qualche dollaro dei miei soldi. Ho visto la mia parte di film deludenti nella mia vita, ma Casa Gucci È così in alto nell’elenco dei clic che non mi interessa vederlo di nuovo. Probabilmente non sarei stato deluso se le mie aspettative non fossero state così alte. Ma il film diretto da Ridley Scott e interpretato da Adam Driver, Lady Gaga e Al Pacino deve essere fantastico. E nonostante le recensioni positive del pubblico, è molto breve.

Il film inizia con il nostro aspirante eroe, Maurizio Gucci, interpretato da Adam Driver, in sella a una bicicletta per le strade di Milano, in Italia. Tuttavia, torna presto negli anni ’70, con Gucci e la sua futura moglie Patrizia Reggiani, interpretata da Lady Gaga, incontrati a una festa in casa. Sebbene non ci voglia molto al giovane Maurizio per innamorarsi di Patrizia, suo padre Rodolfo (Jeremy Irons) non è d’accordo, sostenendo che a lei interessa solo la fortuna e la fama di sposare Gucci, uno dei marchi di moda di più alta qualità. nel mondo in quel momento.

Il giovane Gucci, intrappolato dalla passione per Patrizia e da lievi sentimenti di risentimento verso il padre, evita il padre e viene espulso. Alla fine, Patricia si è sposata e hanno avuto una figlia insieme. Nonostante non comunichi con suo padre, lo zio di Maurizio, Aldo, aiuta i due a riconciliarsi prima della morte dell’anziano Gucci. Dopo aver ottenuto l’approvazione del padre, Maurizio ottiene il controllo di metà dell’azienda Gucci. Quando i soldi arrivano, Patrizia colpisce di più.

Spese stravaganti, case multiple, una figlia e un marito. Semplicemente non basta per Patricia, che vuole sempre di più. Il cambiamento sembra essere in arrivo attraverso una famiglia già in forte tensione. O forse è sempre stato lì e solo una volta è in una posizione di potere su cui ha il potere di agire. Brutte azioni, affari contorti e il potere di Patrizia portano al divorzio, all’omicidio e al crollo della casa Gucci dall’interno.

Con una trama così intensa e folle, sarà molto facile realizzare un film di alta qualità. Sembra che Ridley Scott l’abbia presa come una sfida. Due ore e mezza lunghe, tortuose e imbarazzanti sono culminate alla fine che ho visto arrivare da circa un’ora. Il film non è riuscito a stabilire un tono coerente durante l’intero spettacolo, poiché non ero sicuro di guardare una serie, un dramma o una tragedia.

Inoltre, è stato scelto Jared Leto. Questo di per sé fa sì che il film espelle automaticamente alcuni punti. Il suo personaggio, Paolo, era un membro della famiglia molto fallito e poco intelligente, e il figlio di Aldo. Sepolto sotto strati di lattice, il personaggio di Leto sembrava così divertente ed esagerato che non potevo prendere sul serio nessuna delle sue scene. Né poteva Leto. Le armi oscillanti, il tono che suona come quello dei cartoni animati e il bisogno costante di rendere onestamente ogni scena propria hanno rovinato il film per me dal momento in cui hanno presentato Paolo. Non credo che farò mai un grande film, ma so che Jared Leto non sarebbe incluso se lo facessi.

C’erano dei punti luminosi nel film. Adam Driver e Lady Gaga hanno fatto un ottimo lavoro, anche se Patrizia sembrava più russa che italiana. L’Italia è naturalmente bella di per sé, ma quasi ogni scena era circondata da una magnifica architettura, panorami mozzafiato e angoli di ripresa che mostrano la bellezza dell’Italia. Per la maggior parte, il film è stato davvero utile. Avevo sentito parlare di Gucci e visto i loro prodotti in anticipo, ovviamente, ma non avevo idea di cosa aspettarmi in termini di cosa fosse successo alla famiglia. Mi piacciono i titoli intermedi, quindi quando alla fine è stato eseguito un breve montaggio che mostra cosa è successo a ciascun membro della famiglia, sono rimasto elettrizzato. I sottotitoli sono un must per qualsiasi film basato su storie vere. E, come ho detto prima, era una trama molto interessante. La storia era assolutamente folle e, anche se la produzione, la recitazione e la coerenza della trama non erano eccezionali, gli eventi che hanno avuto luogo sono stati abbastanza eccitanti da attirare la mia attenzione quando tutto il resto del film non poteva.

Entro la fine della seconda ora volevo andarmene. Questo non è un buon segno. Ma poiché pagavo ogni due ore e mezza, mi sentivo in dovere di restare. Con la recitazione di Jared Leto, posso perdonare se il film è stato abbastanza buono. Lo stesso vale per accenti negativi, trame confuse, colonne sonore scadenti o finali trasparenti. Il problema è che non posso perdonare tutti questi tratti in una volta. Prego Ridley Scott di fare un altro film. Ha 84 anni e si avvicina alla fine della sua carriera. Si prega di non lasciare Casa Gucci essere il tuo ultimo film. grazie. Sei meglio di così.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *