Tre quasi identici Boris Vishnevsky a San Pietroburgo sondaggio | Russia

I politici dell’opposizione russa sono abituati a trovare candidati viziati con titoli identici con cui competere per confondere gli elettori alle urne. Ora anche gli imitatori sembrano cambiare volto.

Questo è ciò che Boris Vishnevsky, un esponente di spicco del partito liberale Yabloko, affronta nel suo distretto di San Pietroburgo in vista delle elezioni municipali di fine mese.

Vishnevsky sapeva già che due dei suoi avversari avevano cambiato nome in modo da chiamarsi anche Boris Vishnevsky, un aggiornamento della tattica combinata di una “doppia” nomination per dividere il voto e portare la vittoria a un altro candidato.

Ma quando domenica è stato rivelato un manifesto per il voto distrettuale, ha mostrato qualcosa di ancora più scioccante: tre Boris Vishnevsky quasi indistinguibili, tutti calvi, brizzolati e atleticamente identici. Come ha sottolineato uno degli amici di Facebook di Vishnevsky, il modo più semplice per conoscere il vero Vishnevsky era che era l’unico che si prendeva la briga di indossare una cravatta.

“Tutto questo viene fatto per confondere gli elettori, in modo che confondano il falso con il reale, e invece del vero Vishnevsky votano per uno dei falsi”, ha detto il vero Vishnevsky in un’intervista. Non è stato possibile raggiungere immediatamente i Vishnevsky falsi o nuovi per un commento.

Vishnevsky ha affermato che gli avversari di Vishnevsky si sono fatti crescere barba e baffi per i ritratti e potrebbero anche aver inviato immagini photoshoppate alla Commissione elettorale. Sembra anche che almeno uno dei candidati si sia rasato la testa o abbia alterato digitalmente l’attaccatura dei capelli nella foto.

“Non ho mai visto niente di simile”, ha detto Vishnevsky. In precedenza, le tattiche “doppelgänger” erano chiamate “frodi politiche”.

READ  Previsione dell'ondata di caldo: l'aria del deserto africano infernale 50C cuocerà l'Europa in uno strano evento per una settimana | tempo | Notizia

Si ritiene che almeno uno degli avversari di Vishnevsky, che fino a poco tempo fa si chiamava Viktor Bykov, abbia cambiato significativamente il suo aspetto nelle fotografie. in una foto ufficiale Utilizzato sul sito web del governo di San PietroburgoI capelli di Bykov erano carnosi e sembravano anni più giovani della foto presentata alla Commissione elettorale.

Era l’identità di Pekov Lo ha rivelato per la prima volta il quotidiano russo Novaya Gazeta, un sito web di notizie a San Pietroburgo Inserito dopo Uno screenshot di un documento che avrebbe mostrato che ha cambiato nome il 3 luglio. Il manifesto elettorale, pubblicato da Vishnevsky, conferma che uno dei suoi oppositori si chiamava precedentemente Viktor Bykov.

Poco si sa di un altro avversario, l’ex Alexei Shmelev, che è stato segnalato come direttore delle vendite in un’azienda di San Pietroburgo. Nessuno degli oppositori di Vishnevsky ha fatto una campagna pubblica o ha avuto apparizioni pubbliche. Fino a questa settimana, non era nemmeno chiaro che aspetto avessero, e non è ancora del tutto chiaro.

Vishnevsky ha detto di non conoscere i motivi per cui gli uomini si sono messi contro di lui, ma ha detto: “Non credo che abbiano accettato di mettersi in imbarazzo in questo modo gratuitamente”.

I candidati “doppi” compaiono regolarmente durante i cicli elettorali in Russia, il che potrebbe sorprendere nonostante le aspettative che il partito al governo Russia Unita manterrà la maggioranza nella Duma di Stato. La crescente ondata di opposizione a Russia Unita e il crescente sostegno al comunista KPRF sembra aver spaventato il governo e la nomina dei sosia potrebbe dirottare voti preziosi in stretta competizione.

READ  La Trump Organization rimuove il direttore finanziario Allen Weisselberg dalle posizioni di leadership

L’agenzia di stampa Meduza ha riferito la scorsa settimana che i candidati doppelgänger per la Duma di Stato erano contendenti In almeno tre distretti di Mosca, soprattutto contro i comunisti, che hanno forti possibilità alle elezioni.

Ma la campagna contro Vishnevsky si distingue perché i suoi avversari hanno cambiato legalmente i loro nomi (sebbene i candidati avessero ancora nomi di genitori diversi – nomi secondari che di solito vengono assegnati ai bambini russi in base al nome del padre), perché ci sono due coppie invece di una sola, e, naturalmente, perché gli uomini avevano esercitato un’influenza politica per ostacolare il voto.

“Ogni volta che ci sono elezioni diciamo che sono le elezioni più sporche di sempre”, ha detto Vishnevsky, quando gli è stato chiesto come questa campagna si confronta con il passato. “Sono sicuro che diremo lo stesso anche alle prossime elezioni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *