Tottenham-Brentford: Thomas Frank non si aspetta uno scontro laterale con Antonio Conte

Il boss del Brentford Thomas Frank non si aspetta alcun confronto con il boss del Tottenham Antonio Conte giovedì, a patto che l’italiano “agisca”.

Frank ha portato la sua squadra del Bee a North London per affrontare il Tottenham, dove affronterà un uomo che definisce “uno dei migliori allenatori del mondo”.

Entrambi gli uomini sono noti per il loro comportamento tecnico prolifico, ma Frank non si aspetta alcun problema.

“Se recitasse, non ci sarebbero problemi”, ha scherzato Frank quando gli è stato chiesto se potevano esserci fuochi d’artificio. “Adoro il modo in cui è sulla fascia laterale, l’ho incontrato solo una volta prima quando ero l’assistente di Dean Smith e abbiamo giocato con loro (Chelsea) in FA Cup.

“Non ricordo se è successo qualcosa, hanno vinto 4-0 o qualcosa del genere, ma dopo è stato di prim’ordine. Quello che succede quando passano i 90 minuti è una cosa, ma poi un’altra cosa.

“Penso che Conte sia uno dei migliori allenatori al mondo.

Una cosa sono i suoi risultati nelle diverse squadre di cui era responsabile, ma due cose principali, una cosa è che sono molto organizzati, molto solidi in fase difensiva, e poi mi piace vedere quando la squadra rispecchia la personalità del tecnico e lui ha una mentalità molto forte e insegnerà loro la sua mentalità per diventare una squadra vincente.

“Spero che non siano ancora arrivati ​​e che possiamo fare qualcosa contro di loro”.

Conte è l’ultimo allenatore senior a mettere alla prova il giocatore danese, dopo aver battuto Rafael Benitez e pareggiato con Jurgen Klopp, con Pep Guardiola che si è affrontato a dicembre.

READ  UFC 257 Medical Commentary: Conor McGregor will likely be out for six months

“Questo è un meraviglioso privilegio e una sfida”, ha detto.

“Non vedo l’ora di questa sfida ogni settimana. Non vedo l’ora di uscire e competere con loro.

Ma alla fine, 11 giocatori del Brentford contro gli 11 del Tottenham. 11 giocatori devono farlo sul campo. Sono fortunato ad avere giocatori di cui mi fido”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *