Tifosi banditi dalle Olimpiadi di Tokyo all’estero a causa del virus: gli organizzatori

Dubai: le qualificazioni per Lloyd Harris hanno fatto la storia del torneo giovedì mentre passava alle semifinali dei Dubai Duty Free Tennis Championships. E Aslan Karatsev è diventato una delle poche wild card a raggiungere gli ultimi quattro nei 28 anni di storia dell’evento.

Il direttore del torneo Salah ha dichiarato: “Dal 1998, solo una carta ha raggiunto le semifinali di (Al-Hadath), quando Malik Al-Jaziri ha battuto il suo compagno di squadra nella wild card Stefanos Tsitsipas nel 2018, e ora ne elogiamo un’altra simile e notevole risultato di Aslan Karatsev “. Perire.

“Lloyd Harris è anche il primo qualificato, dall’inizio del torneo nel 1993, a raggiungere le semifinali qui, e non vediamo l’ora di vedere sia lui che Karatsev esibirsi venerdì”.

Karatsev ha raggiunto le semifinali con una vittoria per 6-7 6-3 6-2 sul 16 ° seme di Yannick Sener. Harris ha battuto Kei Nishikori 6-1 3-6 6-3. A loro si aggiungono la seconda testa di serie Andrei Rublev, che ha battuto Martin Voxovic 7-5 6-2, e la terza testa di serie Denis Shapovalov, che ha battuto Jeremy Shardy 7-5 6-4. Shapovalov interpreterà Harris, mentre Rublev affronterà Karatsev.

Sinner ha preso un vantaggio iniziale contro Karatsev, staccandosi per 2-0 prima di prendere un vantaggio per 4-1. Karatsev è uscito di scena nel settimo game del set di apertura, ma è stato Sener a ottenere il tiebreak.

Nel secondo set la situazione si è ribaltata: Karatsev era in vantaggio per 2-0 dopo aver vinto una partita di 11 minuti al quinto break point. Questo gli ha fatto andare avanti e pareggiare la partita.

READ  Notizie e trasferimenti Manchester United, ultime notizie RECAP Man Utd vs Roma, oltre a notizie su Erling Haaland

Dopo uno scambio precoce di breakers nel terzo set, Karatsev ha combattuto due break point per mantenere il punteggio sul 2-2. Da allora, ha sempre avuto il sopravvento contro il suo avversario frustrato.

“Ho iniziato a giocare meglio nel secondo set”, ha detto Karatsev. “Sto cominciando a sentire di più riguardo al gioco, a leggere come gioca e dov’è il punto debole in cui dovrei giocare. Nel terzo set sentivo che era già caduto un po ‘. Mi sentivo molto a mio agio nel tornare. . “

Harris ha affrontato una battaglia insolita con Nishikori che, dopo aver subito una serie di infortuni frustranti, stava cercando di raggiungere le semifinali per la prima volta da Barcellona nell’aprile 2019. Harris ha dominato il set di apertura, con soli 23 minuti e vincendo 69 per cento. Di punti.

Ma in una notevole inversione di tendenza, Nishikori ha portato 4-0 nel secondo set sulla strada per una vittoria per 6-3. Nel set finale, le partite sono continuate con un servizio fino a quando Harris ha ottenuto una pausa importante per prendere un vantaggio 5-3 e poi ha servito la partita in sicurezza.

“E ‘stata una partita che ha avuto molti alti e bassi”, ha detto Harris. “Nel primo set, penso che Kei mancasse molto e stavo servendo molto bene, poi all’improvviso, dal nulla ha iniziato a leggere molto bene il mio post e ha iniziato a fare più palle, e non ho avuto un ottimo ritmo.

“Verso la fine del secondo set ho iniziato a trovare un range un po ‘più ampio e abbiamo avuto alcune partite serrate lì, all’inizio del terzo set, prima che trovassi un po’ più di tempo e lo usassi per prendere fiato”.

READ  Fraser Brown: Questa è una settimana enorme per il rugby scozzese e penso che possiamo vincere a Parigi

Rublev ha dovuto faticare nelle prime fasi del suo match per ottenere un vantaggio sui Fucsovics ma ne ha approfittato quando il suo avversario ha commesso un doppio fallo per regalargli il set di apertura. Voxovic, che aveva recentemente perso contro Rublev nella finale di Rotterdam del campionato mondiale di tennis ABN AMRO, è stato sempre più frustrato nel secondo set mentre Rublev ha continuato a esercitare pressione e ha ottenuto un vantaggio decisivo per 3-1 nel suo quinto punto di rottura del gruppo.

Triumph estende la sua serie di vittorie ATP 500 a 23 partite; La sua ultima sconfitta a questo livello è stata nei quarti di finale a Dubai l’anno scorso contro Daniel Evans. Solo Roger Federer, che ha ottenuto 28 vittorie, ha una serie di vittorie più lunga.

“Quel primo gruppo, stavamo andando punto per punto e tutto era molto vicino fino al 6-5 quando, molto probabilmente, è diventato un po ‘stretto”, ha detto Roblev. “Poi si è sentito frustrato e ha pensato che questo fosse il mio momento, e ora ho una reale possibilità di vincere il set. L’ho fatto e poi penso che sia andato un po ‘giù mentalmente. Era anche stanco perché ha già giocato così tante partite ( fino a) tre set questa settimana. “

Chardy stava cercando di raggiungere le semifinali per la terza volta in questa stagione, dopo essere stato in tournée ad Antalya e in un evento di riscaldamento australiano a Melbourne. Ha anche raggiunto i quarti di finale questo mese a Rotterdam. In cambio, Shapovalov stava lottando. Ha perso le sue due partite nell’ATP Cup, non è andato oltre il terzo turno negli Australian Open, e poi ha vinto solo una partita la scorsa settimana a Doha.

READ  Il ritorno di Federico Dimarco e le prestazioni precampionato convincono l'Inter a non ingaggiare l'esterno sinistro.

I loro record per la stagione non si sono riflessi nelle loro prestazioni di questa settimana, tuttavia: Shapovalov ha vinto le sue due precedenti partite a Dubai in due set consecutivi, mentre Chardy ha lottato in tutte e tre le sue partite, ogni volta in vantaggio per 6-4 nel terzo set.

Quando si sono incontrati giovedì, il primo set è andato bene con un servizio 5-5, quando Chardy ha faticato a servire e ha segnato due doppi falli. Ciò ha permesso a Shapovalov di sfruttare l’invio del suo secondo avversario per guadagnare un break critico, e quindi inviare il gruppo ad amarlo. Il secondo set ha seguito una traiettoria simile, con i due giocatori che tengono comodamente il servizio fino al 4-4, quando Shapovalov ha rotto il servizio e ha concluso la partita con il suo decimo colpo di testa.

“Mi sono decisamente concentrato sul mio distacco nelle ultime due settimane, cercando di ottenere più contrasto”, ha detto Shapovalov. “Sono decisamente molto contento del modo in cui servo e spero di continuare. Abbiamo anche lavorato molto sui miei piedi perché mi muovo molto bene e quando mi muovo bene sento che tutto sta andando a posto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *