The Vault Review: un furto irragionevole ma ricco di personalità

Ah, avrebbero dovuto chiamarlo Walter Mezza Dozzina.

Completamente illogico, “The Vault”, che ha il vantaggio di rubare la tua logica alla porta, è uno sforzo accurato e ben congegnato con echi di film migliori come “Ocean’s 11” e “The Italian Job”, ma ha un carattere sfacciato grazie al suo obiettivo unico – una cassaforte apparentemente impenetrabile sotto la Banca di Spagna – e una squadra scintillante guidata da Liam Cunningham, Freddie Highmore, Sam Riley, Vamke Janssen e Astrid Burgess-Frisbee.

Ambientato sullo sfondo della marcia della Spagna verso le finali della Coppa del Mondo FIFA 2010, questo film è a volte complicato ma divertente con alcune sequenze vivaci in cui l’azione è quasi rischiosa e tratteniamo il respiro nella speranza che i nostri contro-eroi possano tirare fuori il rapina del secolo (o almeno uno dei furti del secolo.)

Cunningham di origine irlandese, meglio conosciuto per il suo ruolo in Davos Seaworth noto anche come “The Onion Knight” in “Game of Thrones”, è altrettanto perfettamente nella sua zona di comfort quanto Walter Moreland, un antico salvatore salato britannico di naufragi in acque profonde ritrovamenti leggendari tesoro che Sir Francis Drake ha seppellito – solo per prenderlo perché il premio era nelle acque nazionali spagnole. Walter è anche un maestro del furto di grandi dimensioni, quindi ha messo insieme un piano folle per recuperare il tesoro dal caveau 120 piedi sotto la Banca di Spagna: un caveau con una serie di porte d’acciaio, una volta a volta per soffocare qualsiasi aspiranti ladri. È una missione impossibile, te lo dico io!

O va storto?

L’equipaggio di Walter include l’ex lavoratore dell’MI6 e maestro subacqueo James (Sam Riley), il capo travestimento e negativi Lauren (Astrid Burgess-Frisbee), il vecchio appassionato e fidato Simon (Louis Tousser) e l’hacker di computer tedesco Klaus (Axel Stein). Ma per completare il puzzle, ha bisogno del talento di uno di Thom Laybrick (Freddie Highmore), un brillante laureato in una scuola di ingegneria con una vena ribelle ed è nel bel mezzo di rifiutare offerte di lavoro a sei cifre da compagnie petrolifere quando ottiene un misterioso messaggio di testo che lo invita a cambiare la sua vita per sempre – E prima di dire “inventa il copione”, Thom è impegnato in una missione pericolosa, che porterà a una vita piena di fortune o all’ergastolo.

Jose Coronado fa un lavoro straordinario nei panni di Gustavo, il severo e pratico capo della sicurezza presso la Banca di Spagna, che ha un’intensa dedizione al suo lavoro e raddoppia / raddoppia / raddoppia le misure di sicurezza coniugale / tripla / quadrupla quando è esposto a un tentare di rapinare un caveau. (Non per rinunciare a molto, ma se Gustavo avesse visto la “velocità” sarebbe stato appassionato di uno dei trucchi ideati da Walter e dai suoi compagni.) “The Vault” prende i trasferimenti in sottotrame che coinvolgono una potenziale relazione amorosa tra Thom e Lorraine; Un avvocato del governo britannico è interpretato da Famke Janssen, l’alleata di Walter ma potrebbe non esserlo, e la storia dietro Simon e la radio portatile che porta con sé in ogni momento. Tutto porta a un eccitante climax e poi a una sorta di bizzarra conclusione. Alla fine, abbiamo ancora alcune domande senza risposta. “The Vault” non è a tenuta d’aria, ma funziona come un intrattenimento in fuga.

READ  Eventi di Long Beach: guarda cosa succede questa settimana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *