Terza guerra mondiale: Putin emette una dichiarazione che avverte l’Ucraina di essere grata alla Russia | mondo | Notizia

Il presidente russo ha scritto una dichiarazione per protestare contro una nuova legge entrata in vigore venerdì scorso in Ucraina. La normativa sottolinea la responsabilità del governo centrale di difendere i diritti dei tartari, dei caraiti e dei kremchaks, tre minoranze nella regione della Crimea.

Putin ora vede queste minoranze come cittadini russi dopo l’annessione della Crimea nel 2014.

Nell’articolo di 5.000 parole, Putin si riferisce al paese dell’Europa orientale come a una “creazione artificiale”.

Ha scritto: “Non esiste un popolo ucraino separato. Sono uno con i russi.

“Lo stato dell’Ucraina è un’invenzione artificiale, una coincidenza storica che dovrebbe essere grata alla Russia per averle permesso di esistere”.

“Sono fiducioso che la vera sovranità dell’Ucraina sia possibile solo in collaborazione con la Russia”, ha aggiunto Putin.

La sua dichiarazione ha suscitato nuovi timori di un conflitto armato tra i due paesi sulla scia delle crescenti tensioni al confine orientale dell’Ucraina.

Negli ultimi mesi, l’esercito russo ha chiuso il confine poiché i ribelli filo-russi si sono regolarmente scontrati con l’esercito ucraino.

Nella dichiarazione, Putin ha affermato che l’Ucraina “semplicemente non ha bisogno” della contesa regione del Donbass.

READ  Le autorità di Hong Kong censurano i film che "mettono in pericolo la sicurezza nazionale" | Hong Kong

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *