Taylor Hawkins dei Foo Fighters onorato dopo la morte

Un saluto sentimentale. Taylor Hawkins, l’ultimo batterista dei Foo Fighters, è stato premiato ai Grammy Awards 2022 con un toccante video in onore del suo contributo alla musica.

“Quindi, questo è stato il momento nello show in cui avrei dovuto presentare i Foo Fighters. Stavamo per festeggiare con loro perché hanno vinto tre Grammy oggi. Ma ovviamente non sono qui a causa della tragica morte del leggendario batterista , Taylor Hawkins,” Trevor Noè “I nostri pensieri sono con la famiglia di Taylor, gli amici, la famiglia dei Foo Fighter e tutti i loro fan in tutto il mondo”, ha detto al pubblico a Las Vegas domenica 3 aprile. “Vorremmo prenderci un momento ora per ricordare Taylor .”

Il video tributo, ambientato su “My Hero” – uno dei più grandi successi della band – mostrava clip di Hawkins alla batteria, che si esibiva con i suoi compagni di band e sorrideva davanti alla telecamera. La clip, che ha portato alla parte In Memoriam della serata, si è conclusa con il filmato dell’enorme folla allo spettacolo dei Foo Fighters che cantava la canzone.

Hawkins è morto venerdì 25 marzo, mentre la band era in tournée in Sud America. Secondo le autorità colombiane, il musicista, che aveva 50 anni al momento della sua morte, aveva 10 sostanze nel suo organismo quando è morto. La sua morte prematura è avvenuta nove giorni prima che i Foo Fighters fossero nominati alla 64a edizione dei Grammy Awards.

Il compianto Taylor Hawkins è apparso sullo schermo durante una festa tributo alla 64a edizione dei Grammy Awards. Chris Pizzello/AFP/Shutterstock

Prima della premiazione, la band ha rilasciato due dichiarazioni dopo la morte di Taylor Hawkins e fondatore di Coattails.

I Foo Fighters hanno scritto via Twitter il 25 marzo: “La famiglia Foo Fighters è stata devastata dalla tragica e improvvisa perdita del nostro amato Taylor Hawkins. Il suo spirito musicale e la sua risata contagiosa vivranno con tutti noi per sempre. I nostri cuori sono con il suo moglie, figli e famiglia, e chiediamo che la loro privacy sia trattata con il massimo rispetto in questo momento difficile”.

Quattro giorni dopo, il gruppo è andato sulla piattaforma dei social media per annunciare di aver cancellato il resto del loro tour mondiale sulla scia della tragica morte di Hawkins.

“È con grande tristezza che i Foo Fighters confermano che tutte le date del tour in arrivo sono state cancellate alla luce della sconcertante perdita di nostro fratello Taylor Hawkins. In una dichiarazione di martedì 29 marzo, la band ha esortato i fan a piangere e celebrare la vita della cittadina texana: “Siamo dispiaciuti e condividiamo la delusione di non vederci”. Come previsto. “Questa volta addoloriamoci per lei, attiriamo i nostri cari e apprezziamo tutta la musica ei ricordi che abbiamo creato insieme”.

Frontman dei Fu Fighters Dave Grohl In precedenza aveva perso un altro compagno di band quando Kurt Cobain, il leader dei Nirvana, si era suicidato nell’aprile 1994. Dopo la morte del cantante di “Come As You Are”, Grohl ha pensato di lasciare la musica, ha detto. pressione calda nel 2017.

“Non riuscivo più a immaginare di stare sul palco o di sedermi sulla sedia del tamburo e suonare più musica. Mi riporterebbe al luogo straziante in cui ho perso Kurt”, ha rivelato il polistrumentista. “È passato molto tempo da quando ho sentito che la musica mi avrebbe spezzato di nuovo il cuore. Poi ho capito, infatti, che la musica era l’unica cosa che l’avrebbe guarito”.

Guarda il tributo ai Grammy di Hawkins nel video qui sopra.

Ascolta Hot Hollywood di Us Weekly dove ogni settimana Us Editors analizza le notizie di intrattenimento più calde!
Ascolta Google Play Musica

READ  Nuovi film e programmi Netflix da guardare questa settimana: 13-17 dicembre 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *