Tao Jiujijan Hart diventa il primo ciclista del Grand Tour a prendere il ginocchio | Ciclismo

Comprensibilmente, la decisione di Tao Geojejan Hart di diventare il primo Grand Tourer a inginocchiarsi per protestare contro la disuguaglianza razziale nel ciclismo è supportata da Sir Dave Brailsford e dagli Ineos Grenadiers.

Il vincitore del Giro d’Italia dello scorso anno, Geoghegan Hart, ha dichiarato in un messaggio sui social media, in piedi su un ginocchio nel suo gruppo di sponsor, in un messaggio sui social media, che il ciclismo ha “un problema con la diversità e l’inclusione”.

“Non è unico per lo sport, ma dobbiamo affrontarlo a testa alta. Sento che il ciclismo non ha fatto abbastanza nell’ultimo anno. Inoltre, non ho fatto abbastanza”.

Si ritiene che le azioni di Geogejan Hart siano state approvate dal suo sponsor e da Brailsford, che recentemente ha detto ai media che la diversità era “una questione importante per noi” e che è “davvero emozionante vedere cosa ha fatto Lewis” [Hamilton] Fatto in F1 ”.

Geoghegan Hart sta anche riaccendendo un rapporto di lavoro con il suo ex mentore e allenatore, Axel Mercks, e il suo team statunitense, Huggins Berman Axion, sponsorizzando un pilota U-23 per partecipare con la squadra quest’anno. “Spero che questo sia l’inizio di uno sforzo congiunto per aumentare la diversità etnica nel fantastico sport del ciclismo”, ha detto.

Geoghegan Hart, che ha iniziato la sua stagione 2021 nella prima tappa venerdì del Tour des Alpes-Maritimes et du Var, con Merckx “per definire, allenare e dirigere la persona e l’atleta, a unirsi alla squadra il 1 agosto”.

“Qual è l’uso delle parole senza azione?” Il 25enne ha aggiunto.

Nel giugno dello scorso anno, con l’accelerazione del movimento Black Lives Matter, Geoghegan Hart ha chiarito la sua posizione, pubblicando la dichiarazione di Desmond Tutu che “Se sei neutrale in situazioni di ingiustizia, hai scelto la parte dell’oppressore”, sulla sua pagina Instagram . Tuttavia, la sua decisione di pubblicizzare le sue preoccupazioni all’inizio della nuova stagione potrebbe smuovere le piume in uno sport legato alla tradizione che ha camminato durante il sonno attraverso il cambiamento sociale e che, nel 2020, ha mostrato un livello minimo di consapevolezza delle questioni di lunga data della diversità. nel ciclismo.

READ  Il passaggio della Serie A a CBS e Paramount + da ESPN +

Parlando con The Guardian nel novembre dello scorso anno, poco dopo il suo successo italiano, il londinese ha detto: “È qualcosa a cui ho pensato molto e come posso influenzarlo. Ci sono enormi barriere per entrare nel ciclismo.

Il compagno di squadra Ineos Sport di Lewis Hamilton, un convinto sostenitore del movimento Black Lives Matter, Geoghegan Hart, cresciuto in una comunità diversificata del centro città nell’East London, è ben consapevole di quanto lentamente possa portare un cambiamento al suo sport.

La sua squadra è stata persino coinvolta in precedenti faide razziali, quando divenne nota come Team Sky, dopo che il compagno di squadra di Geoghegan Hart, Gianni Moscone, ha confessato l’abuso razzista del corridore nero francese Kevin Reda, durante il Tour de Romandie 2017. L’italiano è stato sospeso per sei settimane e inviato a un torneo Diversity awareness.

“Mi sono reso conto fin da giovane che molti livelli mancano di diversità ciclistica, non solo a livello di corsa. Ma c’è ancora molta strada da fare, data la diversità di background o persone, in ogni aspetto. fare.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *