Spostamenti tra le aree riservate dal 19 dicembre al 10 gennaio

La vera battaglia a Roma sarà inscenata dai ministri questa mattina Francesco Pocia e Roberto Speranza Unire i governatori regionali tramite videoconferenza. Ma già nelle ultime ore, secondo il copione integrato di tutta l’emergenza-GovtLe Regioni (in primis di centro-destra) hanno attaccato le misure di controllo messe a punto dall’esecutivo. Rilevamento di porte chiuse.

La stagione sciistica durerà fino al 10 gennaio, su richiesta dei governatori settentrionali. Come la chiamava il ligure Giovanni Totti, da qui all’Epifania non ci sarà “zona bianca”.

Tasse governative, che verranno messe in bianco e nero DBCM Giuseppe Conte firmerà giovedì, immutato: dal 19 dicembre al 10 gennaio – pranzi e cene di festa per evitare una terza ondata di contagi che potrebbe scatenarsi “con più parenti da diverse parti del Paese”. Si sposta da una regione all’altra. Stesso colore anche. Con una specifica eccezione: sì alla residenza di qualcuno o al ritorno alla residenza. Un altro da discutere, ma non possibile in questo momento: l’opportunità di raggiungere parenti di primo grado.

Nodo del cielo

La giornata (che ha causato 16.377 nuovi contagi e 672 morti) è stata aperta dall’artiglieria di vari governatori di centrodestra per riaprire la stagione sciistica. Ecco Toti: a Apriremo il cielo per chi va in albergo o in una seconda casa வீட்டிற்கு Luca Chaya qui: Se la politica fondante di TPCM è quella di saltare l’incontro, è difficile spiegare i motivi della chiusura di Sky Slope, mentre allo stesso tempo “sfrega” e si diverte.

Pareri ribaditi dalla Conferenza delle Regioni che “ha valutato la richiesta di chiusura dei confini alpini” per impedire agli italiani di sciare al nord. Tornerà oggi in ufficio per “semplificare” i parametri dettati dalle zone rossa, arancione e gialla ¯. Inoltre, come ha spiegato Totti, ai governatori sarà chiesto di “ridurre i tempi di uscita” dalle zone di pericolo e di “non chiudere i confini tra zone di diverso colore”. Il piano sarebbe quello di attaccare “le riunioni come principio fondamentale delle misure di controllo” per non imporre multe alle attività aziendali. A partire da bar e ristoranti. Nicola Zingaretti, il leader della Lazio, si è diviso: A chi dice “Riapriremo tutto”, rispondo che è la perseveranza umana a sbagliare.

READ  L'Italia considera una legislazione per disabilitare i gelatieri disonesti

Non c’è stata alcuna risposta ufficiale dal governo considerando il vertice di oggi. Ma è stato filtrato, mentre l’UE ha chiarito che non farà una raccomandazione sullo sci, che è un’obiezione chiara: non c’è spazio per la trattativa. Le piste non si apriranno perché tutto intorno a loro è insostenibile: rifugi pieni, alberghi affollati, balli … «, fino al 10 gennaio« ha confermato un ministro degli Hotel di montagna.

Arno Combatcher, il capo della provincia di Bolzano, ha capito che questo era il vento, e si è affrettato a chiedere ristoro: è ormai chiaro che non tutte le condizioni per l’inizio della stagione sciistica. Per questo chiediamo aiuto ai reparti interessati dalla chiusura. Piemonte Alberto Sirio sulla stessa linea.

Natale, viaggi e ricongiungimento familiare

Il governo oggi non negherà l’assistenza ai settori colpiti. Ma non vuole espandere i collegamenti di stop per i viaggi: dal 19 dicembre al 10 gennaio verranno chiusi i confini regionali per evitare “migrazioni natalizie”. Solo chi vive o risiede in un’altra regione può attraversarle. I genitori anziani sono molto difficili da raggiungere (ma si saprà da domani a giovedì). In questo caso, il permesso è valido solo per un bambino con il suo nucleo familiare.

Benedizione di Bruxelles

Il coprifuoco è stato confermato fino alle 22:00 della vigilia di Natale e del 31 dicembre, per evitare le notti della vigilia e le feste di Capodanno. Una scelta, raccomandata dalla Commissione Europea, chiederà domani a ventisette di “saltare le feste religiose con grandi feste e trasformarle in iniziative online, in tv o in radio”. Oggi ne parlerà la CEI.

READ  Il risarcimento è in corso, il caso della Marina Militare Italiana si aggiorna

Il governo farà una “forte raccomandazione” di non “invitare i parenti non collaborativi” a pranzo del 25 e di ridurre il rischio rappresentato da Santo Stefano e dai pomeriggi di tombola e bonneton. Insomma, sarà un Natale, come diceva spesso Sporanza, “solo con il più intimo affetto”. Nelle parole di Pok ியா mon: Per evitare la terza ondata dell’onda dobbiamo procedere con estrema distanza sociale. Soggiornerò a Roma a Natale: il momento dell’abbraccio con i miei genitori e parenti a Paglia arriverà un altro giorno

Ultimo aggiornamento: 1 dicembre, 00:28


© Revisionato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *