SpaceX lancia la quarta missione dedicata alla condivisione dei voli

SpaceX ha lanciato la sua quarta di una serie di missioni di condivisione del volo il 1 aprile, mettendo un satellite relativamente grande e dozzine di piccoli satelliti in orbita terrestre bassa.

Il Falcon 9 è decollato dallo Space Launch Complex 40 della Cape Canaveral Space Force Station alle 12:24 ET. SpaceX ha battuto le previsioni di maltempo, con solo una probabilità del 30% di tempo accettabile previsto il giorno prima del decollo. Tuttavia, le condizioni sono migliorate nelle ore precedenti al decollo per consentire il proseguimento del lancio.

Il razzo booster è atterrato su una nave senza equipaggio nei Caraibi vicino alle Bahamas, a causa della traiettoria meridionale intrapresa dal booster, all’incirca nel momento esatto in cui lo stadio superiore ha raggiunto l’orbita. Questo booster era al suo settimo volo, avendo precedentemente lanciato due missioni dell’equipaggio commerciale della NASA, una missione cargo commerciale, il satellite spaziale IXPE della NASA, il satellite radio SXM-8 e un gruppo di satelliti Starlink.

Lo stadio superiore inizialmente è entrato in un’orbita sincrona con il sole a una distanza di 650 km, ha schierato tre satelliti e quindi ha manovrato fino a 500 km utilizzando due bruciatori motore dello stadio superiore aggiuntivi prima di dispiegare i carichi utili rimanenti.

La missione, soprannominata “Transporter-4” da SpaceX, è stata la quarta di una serie di missioni di condivisione del volo dedicate progettate per trasportare un gran numero di piccoli satelliti a prezzi relativamente bassi. A differenza dei tre precedenti, che in alcuni casi trasportavano più di 100 satelliti, SpaceX ha affermato che ci sono solo 40 satelliti in questa missione.

READ  La NASA inizia il conto alla rovescia per la fine della missione Insight su Marte

Uno dei motivi del numero inferiore era la dimensione di uno dei carichi utili, EnMAP. Il satellite, il cui nome si riferisce al Programma di mappatura e analisi ambientale, pesava quasi 1.000 chilogrammi al momento del lancio. EnMAP è stato costruito da OHB per l’agenzia spaziale tedesca DLR e trasportava uno strumento iperspettrale per studi ambientali.

Con il lancio di EnMAP, la Germania sta dando un contributo indispensabile alla protezione del clima. La sua innovativa tecnologia di rilevamento iperspettrale ci consentirà davvero di vedere la Terra con occhi diversi, ha affermato Anna Christmann, coordinatrice del governo federale per la politica aeronautica tedesca, nella dichiarazione DLR. “Con EnMAP, la Germania sta dando un importante contributo alla tecnologia spaziale europea a beneficio del nostro pianeta”.

È anche la seconda volta quest’anno che un governo europeo si rivolge a SpaceX, piuttosto che ad Arianespace in Europa, per lanciare un satellite. un Falcon 9 ha lanciato il 31 gennaio il satellite italiano di imaging radar Cosmo-SkyMed di seconda generazione 2. L’agenzia spaziale italiana ASI ha dichiarato di aver scelto SpaceX per lanciare quel satellite a causa dei ritardi nel lancio del suo razzo Vega C.

I carichi utili rimanenti sul Transporter-4 erano piccoli come quelli trasportati nelle prime tre missioni del Transporter. Swarm, ad esempio, ha pilotato 12 dei suoi micro-satelliti SpaceBEE, ciascuno delle dimensioni di un quarto di unità cubica, settimane dopo un sorvolo di gruppo sul lancio dell’Astra Rocket 3.3.

Satellogic ha pilotato cinque dei suoi satelliti di imaging ad alta risoluzione nella missione. Uno dei cinque modelli era un nuovo modello “Mark 5” con una fotocamera multispettrale migliorata con una risoluzione fino a 70 cm e un’area di ripresa più grande del 40%.

READ  Yellowstone non è il vulcano più pericoloso - l'eruzione di Campy Flegre costringerebbe l'evacuazione di massa | Scienza | notizia

HawkEye 360 ​​ha pilotato tre satelliti che misurano segnali a radiofrequenza, unendosi ad altri nove lanciati in precedenza. La società ha affermato che i nuovi satelliti del Cluster 4 includono antenne migliorate per rilevare e geolocalizzare meglio i segnali di radiofrequenza terrestri.

Un concorrente francese, Unseenlabs, ha pilotato il suo satellite BRO-7 in missione. La società ha dichiarato in una dichiarazione che lancerà un altro satellite, BRO-6, alla fine di questo mese su un razzo Rocket Lab Electron, con l’obiettivo a lungo termine di far funzionare 20 satelliti. “L’espansione della nostra flotta satellitare è un passo importante per servire meglio i nostri clienti in tutto il mondo e per dare più potenza e valore alla nostra tecnologia a radiofrequenza”, ha affermato in una nota il CEO di Unseenlabs Kliman Galic.

Pixxel, una startup indiana che progetta una costellazione di satelliti per immagini iperspettrali, ha lanciato il suo primo satellite “integrato” chiamato TD-2, o Shakuntala. I cubi a sei unità sono progettati per produrre immagini iperspettrali nel visibile e nell’infrarosso con una risoluzione fino a 10 metri. pixel che ha annunciato un round di Serie A da 25 milioni di dollari il 28 marzoprevede di lanciare un altro satellite nel prossimo futuro sul PSLV indiano.

Altri clienti includono Transporter-4 PlanetiQ, che ha lanciato il satellite GNOMES-3 per raccogliere i dati sulla latenza radio delle previsioni meteorologiche GNSS, e Lynk, che ha lanciato il suo satellite Tower 01 per i servizi di comunicazione mobile diretta al telefono.

Il vettore era originariamente previsto per il trasporto di 4 sherpa dal volo spaziale. Tuttavia, SpaceX ha rimosso lo Sherpa dalla missione a causa di ciò che ha affermato essere fattori ambientali che influiscono sulla navicella spaziale sul rimorchiatore. SpaceX ne ha successivamente informato le società Non funziona più con Spaceflight nelle future missioni di condivisione dei viaggi.

READ  Asteroide delle dimensioni di un grattacielo per sorpassare la Terra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *