SpaceX lancia i satelliti Starlink dopo aver aggiornato le antenne degli utenti

TAMPA, Florida – SpaceX ha schierato con successo altri 53 satelliti Starlink il 13 novembre nel suo primo lancio di una costellazione a banda larga dedicata in due mesi.

Un Falcon 9 che trasportava l’ultimo lotto di satelliti Starlink è decollato da Cape Canaveral, in Florida, alle 7:19 ET, un giorno dopo essere stato ripulito a causa del maltempo.

Secondo SpaceX, tutti i satelliti sono stati dispiegati con successo nell’orbita terrestre bassa, dove si uniranno al resto della costellazione Starlink.

Anche il primo stadio riutilizzabile del Falcon 9 è atterrato a bordo della nave drone SpaceX dopo aver completato con successo il suo nono volo.

Oltre a lanciare altre quattro missioni Starlink, il booster è stato utilizzato per le missioni Crew Demo-2, ANASIS-11, CRS-21 e Transporter-1 di SpaceX.

L’ultima missione di SpaceX segna il 25° lancio del razzo Falcon 9 nel 2021. Molte di queste missioni hanno schierato i satelliti a banda larga Starlink per la costellazione in rapida espansione.

Ad oggi, SpaceX ha lanciato più di 1.800 satelliti Starlink per costruire una copertura globale.

La sua ultima missione di lancio Starlink dedicata è decollata dalla base della forza spaziale di Vandenberg in California il 13 settembre 51 satelliti in orbita polare.

Servizi Starlink

Starlink serve circa 140.000 utenti in 20 paesi, secondo A. Presentazione SpaceX Con la FCC il 10 novembre, circa 40.000 in più rispetto a quanto riportato ad agosto.

Ha affermato di aver ricevuto più di 750.000 “richieste/depositi a livello globale” per il servizio.

Tuttavia, la carenza di silicio associata alla pandemia ha ritardato la produzione e ha influito sulla sua capacità di soddisfare gli ordini.

Le antenne sono state un importante punto critico per l’azienda in quanto sono fortemente sovvenzionate per incoraggiare l’adozione.

Il 10 novembre, la FCC ha approvato una nuova antenna Starlink che secondo SpaceX sarebbe stata più economica da produrre, sebbene abbia continuato ad addebitare ai clienti $ 499 per l’hardware necessario per connettersi ai servizi Starlink.

Il nuovo piatto rettangolare è anche più sottile e leggero del precedente piatto circolare.

Gli utenti di prova Starlink utilizzano da più di un anno un terminale utente circolare da 23 pollici e 16 libbre in cui sono disponibili servizi a banda larga. Ora hanno la possibilità di acquistare un piatto largo 12 pollici per 19 pollici di lunghezza e pesa 16 libbre.

Il display da 12 pollici di diametro corrisponde anche al diametro delle antenne che Amazon sta sviluppando per la costellazione pianificata del Progetto Kuiper.

Tuttavia, il progetto Kuiper è ancora lontano dall’implementazione operativa di Starlink. Amazon ha dichiarato il 1 novembre che prevede di lanciare Due prototipi del progetto Kuiper .satelliti a scopo di test entro il quarto trimestre del 2022.

Elon Musk, CEO di SpaceX Mobile World Congress ha detto Il 29 giugno è costato più di $ 1.000 per costruire le sue antenne e mira a ridurlo a circa $ 250 o $ 300.

Parlando al Simposio spaziale del 24 agosto di SpaceX, il presidente e COO di SpaceX Gwynne Shotwell ha affermato che l’azienda mira a ridurre i costi di installazione delle sue stazioni utente. della metà entro la fine del 2021“Allora pensiamo che saremo in grado di dimezzarlo di nuovo”.

READ  La contea di Allegheny registra il maggiore aumento dei casi di malattia di Lyme tra i bambini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *