Soccer-Serie A convoca una riunione di emergenza dopo un rapporto separatista sulla Premier League

Due fonti della Serie A hanno detto che la Serie A ha convocato una riunione di emergenza domenica dopo una notizia di una divisione dalla Premier League europea.

La riunione precede la riunione del Comitato Esecutivo UEFA di lunedì, durante la quale si prevede di concordare i piani per espandere e riformare la Champions League e per cambiare il formato dal 2024.

Il Corriere dello Sport riferisce che il servizio di trasmissione sportiva globale DAZN, di proprietà del miliardario Len Blavatnik’s Access Industries, ha lavorato per un po ‘di tempo alla formazione di questo campionato a 16 squadre, che include i migliori club europei.

DAZN ha respinto il rapporto in una dichiarazione inviata a Reuters.

“Riguardo a un rapporto diffuso oggi dal Corriere dello Sport, questo e le relative segnalazioni sono false. Né DAZN né Blavatnik sono stati coinvolti in alcun modo o interessati ad entrare in discussioni sulla creazione della Super League e non si sono tenuti colloqui. “, ha detto DAZN.

Una delle fonti ha detto a Reuters che l’associazione è venuta di recente a conoscenza dei piani per un progetto separatista e del potenziale coinvolgimento di DAZN.

Tra i partecipanti, secondo il Corriere Dello Sport, l’incontro, tenuto a distanza, con tre club di Serie A che potrebbero far parte del progetto della Premier League – Juventus, Inter e Milan -.

Il Times ha riferito che cinque grandi club inglesi si sono uniti alla squadra rinnegata, Manchester United, Liverpool, Arsenal, Chelsea e Tottenham Hotspur.

Il giornale, citando fonti che hanno familiarità con lo sviluppo, ha detto che l’unico membro dei “Big Six” che non si era registrato era il Manchester City.

READ  L'amministratore delegato di Snam vede nel Mezzogiorno il nuovo polo energetico nel piano di ripresa dell'Unione Europea

La UEFA non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.

A gennaio, i media europei hanno riferito di piani per un campionato europeo separato, citando un documento che definisce un campionato di 20 squadre, fuori dal controllo della UEFA, di 15 membri permanenti e cinque che si qualificherebbero per competere ogni anno.

Da allora, i principali club della European Club Association (ECA) hanno negoziato con la UEFA un nuovo torneo ampliato e ristrutturato.

I club di Serie A il mese scorso hanno concesso a DAZN i principali diritti nazionali per esaminare il campionato italiano di Serie A per le prossime tre stagioni.

Si conclude una settimana turbolenta di Serie A dopo che sette club hanno presentato una richiesta scritta al presidente della Lega Paolo Dal Pino di dimettersi per questioni tra cui la sua gestione dei piani per vendere una quota nel business dei media della lega.

La lettera è stata firmata congiuntamente da Inter, Juventus, Napoli, Lazio, Atalanta, Hellas Verona e Fiorentina, ed è stata rivista da Reuters.

La FIFA, la Federcalcio internazionale, ha rilasciato una dichiarazione congiunta a gennaio con le sei confederazioni continentali, inclusa la UEFA, affermando che a qualsiasi giocatore partecipante alla Premier League sarebbero stati negati i tornei FIFA come la Coppa del Mondo.

Gabriel Gravina, presidente della Confederazione Italiana Calcio (FIGC), ha ribadito l’opposizione dell’organizzazione alla dissidente Super League Europea.

“Siamo sempre stati contro la Premier League”, ha detto a Reuters Gravina, che martedì parteciperà alla Conferenza UEFA a Montreux. “L’unico progetto realizzabile è riformare la UEFA Champions League promossa dalla UEFA”.

(Segnalazione di Peter Hall, Simon Evans, Elvira Polina, a cura di Ed Osmond)

READ  La prevalenza della povertà estrema in Italia è salita a un livello record

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *