Shauna Miller-Uibo vince il titolo dei 400 metri. L’Italia continua a guidare le piste con la staffetta oro 4x100m maschile – News Sport, Primo Post

Shonai Miller-Uibo vince la finale dei 400m femminili, l’Italia vince la staffetta 4x400m maschile, Joshua Cheptegei brilla nei 5000m nel nostro Tour di atletica leggera da Tokyo.

Tokio: Shauna Miller-Uibo delle Bahamas ha difeso con successo il suo titolo olimpico nei 400 metri venerdì, completando la doppietta della nazione caraibica dopo che il connazionale Stephen Gardiner ha vinto la gara maschile.

La 27enne di Nassau è salita al record in 48,36 secondi, con la dominicana Maylady Paulino che ha conquistato l’argento e l’americana Alison Felix il bronzo.

“Sono così felice ora che posso piangere”, ha detto Miller-Oibo. “Ho avuto a che fare con così tanti infortuni ed essere in grado di farlo è incredibile”.

La medaglia di bronzo di Felix l’ha resa l’atleta femminile più decorata nella storia dell’atletica leggera, vincendo dieci medaglie in cinque stagioni olimpiche.

La star americana di 35 anni, che ha gareggiato nelle sue ultime Olimpiadi a Tokyo, ha affrontato una feroce sfida dalla giamaicana Stephanie Ann Macpherson per vincere la medaglia di bronzo in 49,46 secondi.

McPherson è caduto a terra e ha iniziato a urlare forte dopo la sconfitta, prima di essere aiutato a uscire di pista su una sedia a rotelle.

Miller-Uibo ha sconfitto Felix e ha conquistato la medaglia d’oro con un tuffo temerario in una drammatica finale alle Olimpiadi di Rio 2016.

Ma il suo margine di vittoria era più certo nella capitale giapponese, quando ha corso uno sprint tattico perfetto, prendendo il comando per l’ultima curva e caricandosi a casa a diversi metri dal campo.

La vittoria di Miller-Uibo è arrivata 24 ore dopo che Gardiner delle Bahamas ha vinto l’oro dei 400 m maschili giovedì.

“Sono uscito e non riuscivo a concentrarmi sul tempo, ma ho vinto un’altra medaglia d’oro”, ha detto Miller-Uibo.

“La cosa migliore che ho in questo momento è un’altra medaglia d’oro”.

L’Italia ha vinto il suo primo titolo nella staffetta 4x100m maschile

L’Italia ha messo a segno una prestazione straordinaria per vincere il titolo olimpico nella staffetta 4x100m maschile per la prima volta nella sua storia venerdì con un record nazionale di 37,50 secondi.

Gli uomini britannici hanno compensato una serie di scarse prestazioni nelle volate individuali prendendo l’argento in 37,51 secondi mentre il Canada ha vinto il bronzo in 37,70 secondi.

La vittoria dell’Italia ha regalato al campione individuale di Lamont dei 100 metri Marcel Jacobs il suo oro ai Giochi.

Gli italiani (da sinistra) Lorenzo Batta, Lamont Marcel Jacobs, Iusa DeSallo e Filippo Torto festeggiano al termine della finale della staffetta 4x100m maschile. Agenzia di stampa Francia

I britannici sembravano destinati a ottenere un oro inaspettato poiché erano un metro avanti nel cambio finale.

READ  L'Italia ad alta quota ha stabilito un nuovo record di gol contro il Belgio a Euro 2020

Tuttavia, Filippo Tortue senza preavviso ha introdotto Nathaniel Mitchell Blake e ha timbrato l’oro tuffandosi sulla linea.

Dietro di loro, Andre de Grasse ha corso una straordinaria gara di ancoraggio per aggiustare sia la Giamaica che la Cina per aggiungere un bronzo a staffetta al suo oro nei 200 metri e bronzo nei 100 metri.

Torto sembrava stordito come tutti gli altri alla fine e si mise le mani sulla testa mentre schivava con grazia alcuni ostacoli sul suo cammino.

Un folto gruppo di membri della band italiana seduti sugli spalti è scoppiato di gioia e ha cantato il quartetto vittorioso con alcune canzoni italiane.

Torto è salito sul tabellone elettronico e vi è rimasto orgogliosamente sopra, mentre gli italiani adoravano il canto dei loro connazionali.

Kipyegon mantiene il titolo dei 1500 metri per porre fine al sogno di Hassan con una tripletta

La keniana Faith Kipigon ha mantenuto il titolo femminile dei 1500 metri alle Olimpiadi di venerdì, ponendo fine alla tripletta senza precedenti dell’atleta olandese Sivan Hasan a Tokyo.

Kipyegon ha battuto il record olimpico di 33 anni stabilito dalla rumena Paula Ivan alle Olimpiadi di Seoul quando ha segnato 3 minuti 53,11 secondi in condizioni di caldo e umidità allo Stadio Olimpico.

La campionessa europea britannica Laura Muir ha stabilito un record nazionale di 3:54.50 con un ottimo traguardo per rivendicare l’argento, con Hassan che ha conquistato il bronzo in 3:55.86.

Olimpiadi di Tokyo 2020 Shauna Miller Uibo vince il titolo nei 400m L'Italia continua a guidare la pista con l'oro della staffetta 4x100m maschile

Faith Kipigon, del Kenya, festeggia dopo aver vinto l’oro nella finale dei 1500 femminili, alle Olimpiadi estive del 2020. AP

“Sono così felice – ha detto Kipigon -. Era qualcosa che davvero non mi aspettavo e ce l’ho fatta”.

“E’ stata una gara davvero veloce, sapevo che sarebbe andata avanti fino all’ultimo giro.

“Avere il record olimpico è fantastico per me. Sono molto felice. Sapevo che sarebbe stata una gara difficile là fuori con Sivan e Laura.

“Sivan è forte ora e in buona forma. Volevo seguirla e vedere cosa è successo”.

Hassan, di origine etiope, che ha vinto l’oro nei 5.000 m lunedì, ha preso di mira i 1.500 m e i 10.000 m, in programma sabato.

Ciò significa che Hassan, che in precedenza era stato allenato dall’allenatore caduto in disgrazia Alberto Salazar, è stato a malapena fuori dai sentieri battuti da quando è arrivato nella capitale giapponese.

READ  Buffon Happy Shatterypes stereotipi con il grande Brady in NFL | Gli sport

Probabilmente ha prodotto uno dei momenti più memorabili in questi giochi mentre si riprendeva da una caduta nelle manche dei 1500 m nella sessione mattutina per svegliarsi e qualificarsi prima di tornare 12 ore dopo per vincere i 5000 m.

Hassan si è detta “molto felice” di aver vinto la medaglia di bronzo.

“Ho fatto del mio meglio e ho fatto uno sprint veloce. Non avrei potuto fare altro. Ho già corso diversi chilometri, quindi sono molto contento”.

Il campione del mondo Hassan, che indossa una fascia nera sui capelli neri legati dietro in trecce strette, è stato tutto ciò che fa nei 1500 m contro il formidabile Kipigon, che ha vinto l’argento ai Mondiali di Doha 2019.

La canadese Gabriella Debos-Stafford si è imbattuta in uno sprint prima che Hassan avanzasse agilmente in testa con tre giri di corsa.

Kipyegon è rimasto seduto sulla spalla esterna di Hassan, il passo della coppia identico mentre divideva il campo.

Muir è stata catturata tra i due leader al suono della campana e Kipigon l’ha fatta allontanare di 200 metri.

Il keniano, campione del mondo 2017 che ha conquistato il secondo argento a Pechino nel 2015, ha realizzato una devastante curva in velocità per superare Hassan e dominare completamente in casa.

Mentre Kipigon sfrecciava oltre Hassan, Muir seguì la sua coda per tenere l’argento.

Hassan ha insistito sul fatto che sabato avrebbe indossato le scarpe chiodate per l’ultima volta a Tokyo nei 10.000 metri, nonostante il suo corpo si sentisse “estremamente stanco”.

“Faith era meglio di me – ha detto -. Avevo bisogno di questi (10.000 metri) domani”.

“Penso che essere terzo sia davvero buono, questo è ciò di cui ho bisogno per domani. Mi rende migliore. Quando non ottengo ciò che voglio, farò meglio finché non mi sentirò felice”.

“A volte è una bella sfida. Voglio fare tre run, quindi due run. Avevo bisogno di questo (bronzo), non dell’oro, per farmi fare meglio domani”.

Cheptegei conquista la consolazione d’oro nei 5000m . maschili

Joshua Cheptegei ha riscattato il suo argento nei 10.000 metri per vincere il titolo olimpico dei 5.000 metri venerdì, succedendo al due volte campione Mo Farah.

Il 24enne detentore del record mondiale ugandese ha registrato 12:58,15 secondi.

Il canadese Mohammed Ahmed ha vinto la medaglia d’argento con il tempo di 12:58.61 e l’americano Paul Chelimo ha vinto la medaglia di bronzo con il tempo di 12:59.05.

READ  Mitchell Trubsky wants Beers’s crime to be "open a little" against the Saints

Il britannico Farah, che ha raggiunto i 5.000 e i 10.000 metri doppi alle Olimpiadi del 2012 e del 2016, non è riuscito a qualificarsi per i Giochi.

Olimpiadi di Tokyo 2020 Shauna Miller Uibo vince il titolo nei 400m L'Italia continua a guidare la pista con l'oro della staffetta 4x100m maschile

Joshua Cheptige dell’Uganda dopo aver vinto la medaglia d’oro nella finale dei 5000 m maschili alle Olimpiadi estive del 2020. AP

Tuttavia, Cheptegei ha chiaramente preso il comando, anche se venerdì scorso è scivolato tatticamente nei 10.000 metri ed è stato sconfitto dall’etiope Selimon Bariga.

Ha detto: “E’ stato davvero un grande momento, ho fatto un piccolo errore (nei 10.000 metri) e mi sono pentito di aver preso l’argento.

“Sono venuto qui per essere un campione olimpico e il mio sogno si è avverato oggi, in una bellissima serata”.

Cheptegei ha affermato di essersi dimostrato mentalmente più forte dei suoi concorrenti.

“Sapevo che molti ragazzi sono forti, quindi ho dovuto portarli avanti nel giro e chi è più forte in mente (vincerà)”, ha detto.

“Sapevo di essere forte nella mia mente perché ho battuto due record mondiali”.

Lui e il compagno di squadra Jacob Kiplemo si sono alternati in campo, e questa volta le loro tattiche hanno funzionato per una sorpresa.

“Vorrei ringraziare Jacob per il lavoro di squadra”, ha detto Cheptegei. “È davvero lo sparring partner perfetto con cui ho corso e con cui mi sono allenato”.

Il keniano Nicholas Kimele e l’etiope Milkesa Mengesha gettano la loro ombra sui due ugandesi pronti a balzare allo Stadio Olimpico

Tuttavia, la decisione di Mengesha di prendere il comando a circa 500 metri dal traguardo ha spinto Cheptegei a prendere le redini e la sfida dell’etiope è rapidamente svanita e ha chiuso al 10° posto.

Cheptegei ha guidato la sua schiena dritta, con Kimeli che lo inseguiva, ed è stato il 22enne keniano a sembrare il più minaccioso mentre girava la curva per colpire il traguardo.

Tuttavia, Cheptegei non era dell’umore giusto per scendere a compromessi e si è allontanato, con Ahmed che ha aggiunto in ritardo l’argento al suo bronzo mondiale 2019.

Chelimo è appena riuscito a battere lo sfortunato Kimeli, il 30enne keniota-americano che ha aggiunto un bronzo olimpico al suo argento a Rio cinque anni fa.

Tuttavia, Kimeli ha affermato che Chelimo gli è costato una medaglia per comportamento antisportivo alla fine del penultimo giro.

“Sono stato spinto da Chelimo, che mi ha confuso”, ha detto. “Chelimo si è fatto da parte, all’interno della pista, quindi non è stato giusto nei nostri confronti”.

Anche se Chelimo ha detto che maltrattare e inciampare facevano parte dello sport.

“Sapevo che sarebbe stata dura e che ci sarebbero state molte vibrazioni”, ha detto.

“Fa parte del gioco e ho cercato di fare una gara davvero intelligente per arrivare alle medaglie”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *