Sei Nazioni di Rugby | Franco chiede più Italia medica contro la Scozia

Assicurare a Sconfitta in Inghilterra 67-3 Nel round 2, le rose rosse hanno registrato il loro posto nella finale di Champions League sabato disputando nove tentativi in ​​Birmania.

Ma un punteggio laterale non è riuscito a raccontare tutta la storia di una partita in cui i padroni di casa hanno frustrato i campioni difensivi per grandi periodi, dominando il primo tempo.

Tuttavia, con quattro tentativi negli ultimi 20 minuti l’Inghilterra è stata frustrata perché l’Italia non è stata in grado di trasformare la palla in punti piuttosto che una squadra di casa stanca.

“Ovviamente, non puoi essere veramente felice. Il fallimento è sempre un fallimento.” Franco ha detto su The Nick and Mo show su Instagram.

“Ma, credo. Siamo riusciti a fare un buon primo tempo e, inoltre, devo dire che è stata una buona ora di gioco.

“Ma negli ultimi 20 minuti siamo usciti un po ‘troppo. Penso che dovremmo essere orgogliosi di quello che abbiamo fatto.

“Dobbiamo fare un po ‘di più. Questo è normale, stiamo giocando la nostra ultima partita insieme da molto tempo, ma in questo senso penso che sia un buon inizio per noi.

“Penso che avremmo potuto essere più medici. Abbiamo avuto la possibilità di ottenere più punti, soprattutto quando l’Inghilterra era sotto i 14 anni.

“Anche dopo l’inizio del secondo tempo, abbiamo avuto un buon slancio, quindi avremmo potuto segnare, e poi la nostra disciplina ha iniziato a calarci quando eravamo un po ‘stanchi negli ultimi 20 minuti. Abbiamo dovuto lavorare su queste due chiavi cose.”

Il piano di gioco dei padroni di casa per abbattere gli avversari stava funzionando, ma Vicky Fleetwood ha sfondato le barriere inglesi con Emily Scott al 22 ‘prima di aggiungere un secondo tempo.

READ  Tabellone UEFA Euro 2020, programma, live streaming: la Spagna affronta Belgio-Italia dopo aver mantenuto le multe

Ma l’Inghilterra stanca dell’Italia ha catturato lo sforzo, e hanno raddoppiato Abby Dove in sette minuti, e Harriet Miller-Mills, Helena Roland, Brioni Kleil, Claudia McDonald e Lark Davis hanno superato il whitewash.

Franco ammette che è stato difficile durare anche 80 minuti per tornare al rugby internazionale.

“Ci sono più campi di quanti ne abbiamo di solito”, ha aggiunto. “Avevamo bisogno che fossero pronti per questi giochi, ma ti influenzerà.

“Non dalla parte della mente, ma dalla parte del corpo. In realtà stavo morendo dopo 60 minuti e mancavano ancora 20 minuti.

“Ma penso che siamo usciti dalle riprese perché non volevamo giocare, abbiamo aspettato così tanto. Vogliamo giocare di nuovo ora”.

Successivamente, l’Italia si recherà in Scozia per partecipare a un incontro chiave con la Scozia, che deciderà chi prenderà il terzo / quarto posto.

Non che Franco prenda alla leggera i suoi prossimi avversari, si aspetta una sfida difficile.

“Sappiamo che la Scozia non sarà inferiore all’Inghilterra in termini di intensità e fisica del gioco, ma il nostro vero obiettivo è arrivare lì, fare un buon lavoro e vedere quale sarà il punteggio”, ha detto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *