Scopri 5 esperienze da non perdere

Napoli può aver avuto una reputazione controversa per decenni, ma oggi la città più grande dell’Italia meridionale è fiorente. Grazie alla visione e alla determinazione di una nuova generazione di napoletani, la città ha abbandonato la sua immagine coraggiosa per emergere vittoriosa come una delle destinazioni più vivaci d’Italia, che si reinventa costantemente onorando la sua multiforme identità e le tradizioni secolari. Vieni a scoprire la nuova Napoli nel tuo prossimo viaggio.

Mangia la pizza contemporanea da Da Concettina ai Tre Santi

Fare la pizza è una forma d’arte sacra a Napoli ed è stata iscritta nella Lista del Patrimonio Mondiale Immateriale dell’UNESCO. La città ha più di 800 pizzerie all’interno dei suoi confini, la maggior parte delle quali sono eccellenti, ma ce n’è una che si distingue dalla massa: Da Constina ai Tre Santi. Azienda a conduzione familiare dal 1951, è oggi gestita dal giovane e dinamico Ciro Oliva che ha preso in carico la pizzeria quando aveva appena 18 anni. Nell’ultimo decennio, Ciro non si è affermato come uno dei pionieri pizzaioli IN CITTA’ – Ha rivoluzionato il modo di mangiare e gustare la pizza a Napoli.

Dotato di credenziali culinarie, coraggio e creatività, Ciro ha elevato la pizza da un popolare cibo di strada a un’esperienza culinaria più casual, sebbene ancora radicata nella tradizione. Da Concettina troverai un delizioso menu degustazione di pizza che propone classici reinventati in uno stile cinico e irrispettoso. Un corso vede la pizza fritta servita su soto sopra (capovolta) per incoraggiare i commensali per “La Scarpita tariffa”, o ripulire i loro piatti immergendo l’impasto della pizza nella salsa. Un’altra pizza arriva nascosta in una casseruola, mentre una fetta jumbo di pizza Margherita viene servita in una scatola da asporto. E i commensali sono incoraggiati ad abbinare le loro pizze con vini accuratamente selezionati di piccoli produttori italiani, piuttosto che con la birra. L’intera esperienza è divertente e sicuramente sarà uno dei momenti salienti del tuo viaggio a Napoli.

Vedi altro: Dove trovare la migliore pizza a Napoli

Esplora la città con All Street Napoli

Una nuova impresa di turismo culturale nata durante la pandemia, Ogni strada di Napoli Accompagna i visitatori in un viaggio per le strade, le piazze ei quartieri di Napoli alla scoperta dell’anima della città, insieme al miglior cibo di strada e alla street art. Progettato da Alexandra Lawrence, storica e guida culturale con sede a Firenze, e Annie Augel, imprenditrice romana e fondatrice di Scooteroma, All Street Napoli aiuta i visitatori a scoprire il cuore pulsante di Napoli.

L’azienda offre tour di tre giorni per piccoli gruppi per introdurre i visitatori al patrimonio culturale e alla cultura contemporanea della città. Dall’architettura barocca e dalle botteghe artigiane di Spaccanapoli alle rovine greche e romane dei Campi Flegrei (regione vulcanica costiera a ovest di Napoli) Itinerario completo Rivela la complessa identità della città, sacra e profana allo stesso tempo. All Street Napoli organizzerà anche tour privati ​​su richiesta.

Visita l’arte contemporanea al Made in Cloister

Sebbene le strade di Napoli siano piene di monumenti storici, la città è anche sede di molte gallerie d’arte e associazioni culturali che incoraggiano l’espressione di sé mentre sostengono l’inclusione sociale. Si trova all’interno di una chiesa domenicana del XVI secolo che fu poi trasformata in fabbrica nel XIX secoloNS secolo, Fatto nel monastero È un vivace centro culturale dove il nuovo incontra il vecchio. Qui, affreschi dell’architettura rinascimentale e industriale fanno da sfondo a iniziative culturali e sociali volte a nutrire il corpo e nutrire l’anima. Made in Cloister ospita mostre d’arte contemporanea, concerti dal vivo e proiezioni di film, tra gli altri eventi.

La tutela dell’artigianato è solo un aspetto della mission della fondazione: Made in Cloister è anche impegnata nel rinnovamento urbano. Ogni lunedì sera apre le sue porte a Sala da pranzo, partnership con il progetto Food for the Soul di Massimo Bottura. Serve la cena ai membri vulnerabili della comunità utilizzando ingredienti in eccedenza donati dai supermercati locali e combatte lo spreco alimentare mentre migliora il quartiere.

Dormire nello studio di design dell’Atelier Inès

impostato entro 19NS Cinema del secolo nel Rione Sanita, L’officina di Ines è un bed and breakfast progettato dal designer di gioielli Vincenzo Oste e dalla moglie franco-tunisina, Inès, per fungere da centro culturale del quartiere. Parte della galleria d’arte, dello studio di design e del laboratorio, la gente del posto e i visitatori sono invitati a scoprire l’eredità artistica di Annibal Ost, il padre di Vincenzo, che ha fondato qui il suo laboratorio negli anni ’80. Annibale fu uno degli scultori più prolifici dell’Italia meridionale e si può ancora vedere e sentire in tutta la proprietà.

Il bed and breakfast è composto da sei suite progettate individualmente che presentano vaste opere d’arte e arredi stravaganti di Annibale e Vincenzo Oste. Oggi Vincenzo crea gioielli e oggetti contemporanei nella proprietà e gli ospiti possono prendere parte a un laboratorio creativo per creare il proprio “souvenir” napoletano. Atelier Inès è il sogno di ogni amante del design dove nessun dettaglio è trascurato, dalle posate ai piatti per la colazione serviti sotto un melograno in giardino.

Ma ciò che distingue davvero questo bed and breakfast è la generosità dei suoi ospiti: Vincenzo e Ines sono desiderosi di presentare agli ospiti gli amici del vicinato, assicurandoti un soggiorno indimenticabile in città. Potrai incontrare Ciro Poppella, il proprietario della popolarità Negozio di dolci Bubella Vicino, Carlo Leggeri, fondatore di Pantaloni Tour archeologici che ti introdurranno nell’intrigante mondo della Napoli sotterranea.

Goditi la vista del Vesuvio da Primo Piano Posillipo

Meno di un secolo fa il quartiere di Posillipo era considerato la periferia di Napoli. Oggi è una delle zone residenziali più ambite della città, dove i visitatori possono prendere il sole sulla vivace spiaggia del Bagno Elena e cenare al Palazzo Petrucci Ristorante, stellato Michelin.

Grazie alla sua posizione privilegiata nel Golfo di Napoli, Primo piano Posillipo Offre viste perfettamente inquadrate del Vesuvio. Ridisegnato dall’architetto locale Giuliano Andrea del Ufa, questo piccolo bed and breakfast boutique vanta interni invitanti che attirano gli amanti della moda e del jet-set per pernottamenti, servizi fotografici ed eventi speciali. Per la vista migliore, soggiorna nella Camera Vista Mare Donn’Anna. Non mancate di saltare su un’asse di legno Gozzo (barca da pesca) nel vicino paese di Marechiaro per un tour lungo la costa, esperienza che può essere organizzata in bed and breakfast.

READ  Cameron Mitchell apre il ristorante italiano di Valentina a Dublino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *