Scoperto in Argentina un fossile di 231 milioni di anni che è l’antenato della maggior parte dei rettili

Gli scienziati hanno scoperto il cranio “quasi completamente conservato” di un animale precedentemente sconosciuto che visse circa 230 milioni di anni fa ed è l’antenato della maggior parte dei rettili moderni.

Conosciuto come Taytalura alcoberi, questo membro del Lepidosauromorpha, un gruppo di rettili che ha preceduto i dinosauri, viveva nell’odierna Argentina durante il tardo Triassico.

Il cranio fossile di Taitalura è il primo mai scoperto dal gruppo Lepidosaurus e consente ai ricercatori di capire il suo posto sull’albero evolutivo.

“Conoscevo l’età e la posizione del fossile e, esaminando alcune delle sue caratteristiche esterne, potevo dire che era strettamente imparentato con le lucertole, ma sembrava più primitivo di una vera lucertola e questo è qualcosa di molto speciale”, ha detto il co- autore. , ha affermato il dottor Tiago R. Simoes, dell’Università di Harvard in A affermazione.

Gli scienziati hanno trovato un teschio “quasi completamente conservato” di un animale precedentemente sconosciuto, l’antenato della maggior parte dei rettili moderni.

Taytalura Alcoberi faceva parte di un gruppo di rettili, lepidosauri, che precedettero i dinosauri.

Taytalura Alcoberi faceva parte di un gruppo di rettili, lepidosauri, che precedettero i dinosauri.

I lepidosauri hanno iniziato ad evolversi tra 260 e 150 milioni di anni fa, ma la maggior parte dei fossili trovati finora ha fornito agli scienziati poche informazioni su come si sono evoluti.

I lepidosauromorfi comprendono le cupole (lucertole e serpenti) e gli sfenodonti (tuatara), ma precedono quando i due gruppi si dividono.

Tuttavia, questo fossile è di circa 11 milioni di anni più giovane dei più antichi lepidosauromorfi conosciuti, che sono stati trovati in Europa.

Il cranio di T. alcoberi ha caratteristiche simili a quelle del moderno tuatara, un rettile endemico della Nuova Zelanda.

READ  I funzionari del principe George si scusano per il lancio del vaccino e promettono miglioramenti

Ciò indica che molti tratti che si pensava fossero esclusivi di questi rettili, iniziarono presto nella loro evoluzione.

Il teschio di Taitalura è stato scoperto in Argentina vicino al fiume La Pena

Il teschio di Taitalura è stato scoperto in Argentina vicino al fiume La Pena

“Il cranio quasi completamente conservato di Taitalura ci mostra i dettagli di come è sorto un gruppo di animali di grande successo, tra cui più di 10.000 specie di serpenti, lucertole e tuatara”, ha detto l’autore principale dello studio, il dott. Ricardo Martinez.

Ma evidenzia anche il significato fossile del sito fossile della Formazione Ischigualasto, noto per preservare alcuni dei dinosauri più primitivi conosciuti al mondo. L’eccezionale qualità della conservazione dei fossili in questo sito ha permesso la conservazione di qualcosa di così fragile e piccolo come questo esemplare per 231 milioni di anni.

I ricercatori hanno eseguito una scansione TC per creare il mosaico, dando a ciascun osso un colore diverso per comprendere meglio l’anatomia del rettile fossilizzato.

Questo fossile 3D splendidamente conservato è davvero una scoperta importante. La dottoressa Gabriella Sobral ha aggiunto: “È il fossile più completo che rappresenta le prime fasi dell’evoluzione dei lepidosauri che abbiamo finora.

“Tutti gli altri fossili conosciuti sono molto incompleti, il che rende difficile classificarli con certezza, ma la natura completa e dettagliata rende le loro relazioni più certe”.

Simes è d’accordo: “Taitalora è un punto chiave nell’albero della vita rettile che in precedenza mancava. Poiché questi fossili sono così piccoli, è molto difficile conservarli nei reperti fossili”.

“E quali fossili candidati abbiamo sono molto frammentati e mal conservati, quindi non forniscono molti dati utili per l’analisi”.

I ricercatori hanno concluso che questo primo tipo di lepidosauro aveva un cranio più simile a un tuatara che a una lumaca, pur avendo denti diversi dagli altri lepidosauri e la capacità di migrare su vaste aree.

“A differenza di quasi tutti i fossili di lepidosauri del Triassico trovati in Europa, questo è il primo lepidosauro primitivo trovato in Sud America, il che indica che i lepidosauri erano in grado di migrare attraverso le regioni geografiche molto presto nella loro storia evolutiva,” Simões concorda.

“Siamo abituati ad accettare che l’era mesozoica fosse l’era dei rettili giganti, dei giganteschi mammiferi primitivi e degli alberi giganteschi, e quindi di solito cerchiamo fossili che possono essere visti ad altezza umana, semplicemente camminando”, ha detto un coautore dello studio. . Dott. Sebastian Epistegoya.

Taytalura ci informa che ci mancavano informazioni importanti cercando non solo animali più grandi, ma anche pensando che l’origine delle lucertole si fosse verificata solo nell’emisfero settentrionale poiché le prove sembrano confermarlo finora.

Lo studio è stato pubblicato all’inizio di questa settimana sulla rivista scientifica temperamento natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *