SC ordina la chiusura del caso contro i marines italiani in India per l’uccisione di pescatori del Kerala – The New Indian Express New

di PTI

NUOVA DELHI: Venerdì la Corte Suprema ha detto che emetterà ordini il 15 giugno per chiudere il procedimento in India contro due marò italiani, accusati di aver ucciso pescatori al largo delle coste del Kerala nel febbraio 2012, e pagare Rs 10 crore di risarcimento agli eredi. delle vittime.

Facendo riferimento al lodo arbitrale internazionale e ai termini dell’accordo tra India, Italia e governo del Kerala, l’Holidays Tribunal composto dai giudici Indira Banerjee e Mr. Shah ha affermato che la causa contro ?? Marines Massimilano Latorre e Salvatore Gironi ?? Per i delitti che ora saranno perseguiti dall’Italia lì.

In base allo schema di erogazione del risarcimento, il governo del Kerala ha informato l’Alta Corte che ciascuna base di Rs 4 sarà assegnata agli eredi di due pescatori deceduti, e le restanti Rs 2 saranno pagate al proprietario del peschereccio St Anthony in cui i due sono stati fucilati.

Ha mantenuto la petizione del centro che cerca di chiudere il caso qui in attesa per gli ordini martedì, il consiglio ha detto che sta vedendo i fondi di compensazione trasferiti all’Alta Corte del Kerala per l’esborso e per garantire che l’importo non svanisca.

Nel febbraio 2012, l’India ha accusato due marines a bordo della petroliera italiana MV Enrica Lexie di aver ucciso due pescatori indiani che si trovavano a bordo di un peschereccio nella zona economica esclusiva dell’India (ZEE).

Inizialmente, l’avvocato generale Tushar Mehta, comparso a nome del Centro, ha dichiarato alla corte che la Repubblica italiana aveva depositato con lei 10 crore di rupie oltre alle mance prepagate e che il Ministero degli affari esteri dell’Unione aveva depositato le stesse presso l’Alto cancelleria del tribunale come indicato.

READ  Is the Gulf region close to re-opening? We see promising signs

?? C’è stato un premio della Corte Internazionale e noi come nazione l’abbiamo accettato.

Accordo tra la Repubblica Italiana, l’India e il Governo del Kerala?? L’ufficiale legale ha detto, aggiungendo: “Ora, la questione dell’assegnazione dell’importo del risarcimento rimane e può essere lasciata al governo del Kerala.

?? Mehta ha affermato che la controversia davanti alla corte internazionale riguardava quale paese, Italia o India, aveva giurisdizione per perseguire i Marines ed è stato deciso che entrambi i paesi avrebbero avuto “giurisdizione comune”.

?? Ma in base ai fatti, è stato deciso che l’India non porterà avanti la causa penale e avvierà il procedimento in Italia?? Ha aggiunto.

L’avvocato senior Sohail Dutta, che rappresenta l’Italia, ha invitato il tribunale a ordinare l’annullamento del procedimento penale pendente contro i Marines in conformità con la decisione del tribunale internazionale.

In precedenza, il centro ha dichiarato alla corte che l’Italia ha iniziato a trasferire Rs 10 crore e una volta ricevuto il denaro, il governo lo depositerà presso la Corte Suprema come da direttiva del 9 aprile.

Il centro aveva in precedenza informato la Corte Suprema che l’Italia aveva assicurato al governo indiano che avrebbe citato in giudizio i Marines lì a norma di legge e che ai familiari delle vittime sarebbe stato garantito il massimo risarcimento.

Il centro aveva citato la sentenza dell’anno scorso della Corte permanente di arbitrato (PCA) dell’Aia che ha stabilito che l’India aveva diritto a un risarcimento nel caso, ma non poteva citare in giudizio i marines a causa dell’immunità formale di cui godevano.

Aveva detto che l’arbitrato ai sensi della Convenzione delle Nazioni Unite sul diritto del mare (UNCLOS), istituito su richiesta dell’Italia, aveva emesso il lodo il 21 maggio 2020.

READ  Salvini dice che non pone il veto dopo aver incontrato Draghi

Latorre, colpito da un ictus il 31 agosto 2014, è stato rilasciato prima su cauzione e il 12 settembre 2014 la Corte Suprema gli ha permesso di recarsi in Italia per quattro mesi dopo i quali la proroga è stata prorogata.

In Italia, Latorre è stato operato al cuore, dopo di che la Corte Suprema gli ha concesso una proroga del soggiorno nel suo paese natale.

Il 28 settembre 2016, la Corte Suprema ha consentito a Latorre di rimanere nel suo Paese fino a quando un tribunale arbitrale internazionale non decidesse sulla questione della giurisdizione.

Il 26 maggio 2016 anche Jeroni è stato rilasciato su cauzione con determinate condizioni e la Corte Suprema gli ha permesso di tornare a casa fino alla decisione del caso giudiziario.

Freddy, proprietario del peschereccio ‘St Anthony’, ha fatto uccidere due pescatori del Kerala quando i marines hanno aperto il fuoco su di loro presumibilmente fraintendendo che fossero pirati.

PTI SJK MNL ABA SA 06111500 NNNN

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *