Sarah Lavigne: ostacoli irlandesi nella classe olimpica dopo aver rotto la barriera dei 13 secondi a Madrid

Sarah Lavigne diventa la seconda donna irlandese a superare i 13 secondi nei 100 m ostacoli

Sarah Lavigne, ostacolista irlandese dei 100 metri, sembra sicura del suo posto alle Olimpiadi dopo aver infranto per la prima volta la barriera dei 13 secondi a Madrid.

La donna di Limerick, 27 anni, ha tagliato 0,24 secondi dal suo precedente PB mentre correva per 12,95 secondi al Silver Meeting del World Athletics Continental Tour.

Lavigne ha segnato 13.20 nelle semifinali prima di fare un significativo anticipo per finire secondo in finale.

Derval O’Rourke è stata l’unica donna irlandese a rompere 13sec.

Poi una notte fantastica per l’Irlanda è culminata a Madrid quando Mark English di Letterkenny è arrivato secondo negli 800 m maschili nella migliore stagione in 1:45.22 per sottolineare il suo ritorno allo stesso livello con l’avvicinarsi di Tokyo.

La campionessa del mondo indoor 2006 O’Rourke ha stabilito il record irlandese dei 100 m ostacoli di 12,65 secondi quando ha vinto la sua seconda medaglia d’argento europea outdoor ai Campionati 2010 di Barcellona.

Dirigendosi verso il fine settimana, Lavigne è arrivato 43 ° nella classifica dei 100 m ostacoli sulla strada per Tokyo con i primi 40 posti per vincere posizioni olimpiche.

L'uomo di Letterkenny Mark English ha vinto tre medaglie ai Campionati Europei
Gli inglesi hanno seguito la loro vittoria in Svezia lo scorso fine settimana con un’altra eccellente corsa a Madrid

Dato che il suo miglior tempo è stato di 13,19 secondi, la donna di Limerick dovrebbe spostare diversi punti nella classifica che verrà completata il 29 giugno.

Avrà un’altra possibilità di guadagnare punti di valutazione più cruciali ai Campionati irlandesi del prossimo fine settimana a Santry.

La finale, che si è svolta sabato sera a Madrid, ha visto le prime quattro partite, tutte prodotte in meno di 13 secondi.

La francese Cyrena Samba-Mayela ha conquistato la vittoria in 12.80, con Lavin seconda e Elisa Maria de Lazaro, terza.

Un’altra italiana, Luminosa Pogliolo, che nella semifinale precedente aveva chiuso davanti a 13.02 davanti a Lavigne, è arrivata quarta con il tempo di 12.98.

Negli 800 metri maschili, l’inglese ha concluso con soli 0,05 secondi di vantaggio sull’olandese Tony van Diepen.

Lo spagnolo Saul Ordonez è arrivato terzo con un tempo di 1:45.25 mentre l’inglese ha tagliato di 0,48 il loro miglior set della stagione precedente quando hanno vinto il Gran Premio di Sollentuna in Svezia lo scorso fine settimana.

Il tre volte medaglia europea inglese sembra avvicinarsi al tipo di formato che potrebbe minacciare il suo meglio di 1:44.84 stabilito nel 2013.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *