Rivelato: Trump ha usato il telefono della Casa Bianca per fare una chiamata il 6 gennaio che non era nel registro ufficiale | Donald Trump

Donald Trump ha utilizzato un telefono ufficiale della Casa Bianca per effettuare almeno una chiamata durante l’attacco al Campidoglio del 6 gennaio dello scorso anno che avrebbe dovuto riflettersi nel registro delle chiamate presidenziali interne da quel giorno, ma non lo era, secondo due fonti familiari con la materia.

Le fonti affermano che l’ex presidente ha chiamato il telefono del senatore repubblicano Mike Lee con un numero registrato al 202-395-0000, un numero sostitutivo che appare quando arriva una chiamata da alcuni telefoni dell’amministrazione alla Casa Bianca.

Il numero corrisponde a un telefono ufficiale della Casa Bianca e la chiamata è stata effettuata da Donald Trump Lui stesso, il che significa che la chiamata avrebbe dovuto essere registrata in un registro interno delle chiamate presidenziali che è stato consegnato al comitato ristretto della Camera per indagare sull’attacco al Campidoglio.

La chiamata di Trump a Lee all’epoca è stata segnalata, oltre che cancellata dal registro delle chiamate, dal Washington Post e dalla CBS. Ma l’origine della chiamata proveniente da un telefono ufficiale della Casa Bianca, che non è stata segnalata in precedenza, solleva la possibilità di manomissioni o omissioni da parte dei funzionari della Casa Bianca di Trump.

Sembra anche essere forse la violazione più grave del Presidential Record Act – lo statuto che impone la conservazione dei registri della Casa Bianca relativi ai doveri ufficiali del presidente – da parte della Casa Bianca di Trump in merito ai registri del 6 gennaio fino ad oggi.

Un portavoce di Trump non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.

Trump mi ha chiamato alle 14:26 del 6 gennaio tramite il numero ufficiale della Casa Bianca 202-395-0000, secondo i dettagli delle chiamate esaminati dal Guardian e confermati dalle due fonti, che hanno parlato a condizione di anonimato per discutere di questioni delicate.

La chiamata è stata degna di nota poiché Trump mi ha erroneamente chiamato pensando che fosse il numero del senatore repubblicano Tommy Tuberville. Lee ha passato il telefono a Tuberville, che ha detto a Trump che Mike Pence era appena stato rimosso dal Senato quando i rivoltosi hanno preso d’assalto il Campidoglio.

Ma la chiamata di Trump a Lee non è stata registrata nei diari presidenziali quotidiani o nel registro delle chiamate presidenziali, un problema perché sebbene le voci nei diari giornalieri siano discrezionali, secondo diversi attuali ed ex funzionari della Casa Bianca, il registro delle chiamate non lo è.

I funzionari hanno affermato che i diari presidenziali quotidiani sono una registrazione retrospettiva della giornata del presidente prodotta dai suoi collaboratori nello Studio Ovale, che hanno una certa influenza nel determinare se un particolare evento fosse abbastanza significativo da giustificarne l’inclusione.

Ma i funzionari hanno affermato che il registro delle chiamate presidenziali, che in genere viene generato dai dati registrati quando le chiamate vengono effettuate dagli operatori della Casa Bianca, intende essere un registro completo di tutte le chiamate in entrata e in uscita relative al presidente attraverso i canali della Casa Bianca.

Il fatto che la chiamata di Trump a Lee sia stata instradata tramite un telefono ufficiale della Casa Bianca con il prefisso 202-395 – tramite un telefono fisso nell’ala ovest, nella residenza della Casa Bianca o un cellulare “di lavoro” – significa che i dettagli di quella chiamata dovrebbero sono stati registrati.

I funzionari hanno affermato che l’unico caso in cui la chiamata potrebbe non riflettersi nel registro delle chiamate presidenziali non classificate sarebbe se la chiamata fosse classificata, il che sembra improbabile nel caso della chiamata a Lee. I funzionari hanno affermato che l’assenza della telefonata di Trump con Lee ha suggerito una grave violazione del protocollo e una possibile manomissione.

Non è stato immediatamente chiaro come un funzionario di Trump alla Casa Bianca potesse oscurare o manomettere il registro delle chiamate presidenziali, o chi avesse l’autorità per condurre tali manipolazioni.

I funzionari hanno affermato che le chiamate di Trump del 6 gennaio potrebbero non essere state registrate nel registro delle chiamate presidenziali se stava usando il suo telefono personale o i telefoni cellulari degli assistenti, e Trump occasionalmente chiamava le persone con il suo cellulare appartenente all’allora vice capo di stato maggiore della Casa Bianca Dan. Scavino.

Ma diversi funzionari attuali ed ex della Casa Bianca hanno indicato che una copia del registro delle chiamate, insieme al programma giornaliero del presidente e al documento presidenziale riga per riga, potrebbe essere messa a disposizione delle operazioni dello Studio Ovale per aiutare a compilare i diari del presidente.

Ciò potrebbe portare a una situazione in cui i documenti sono vulnerabili alla manomissione, hanno affermato i funzionari, poiché i diari presidenziali quotidiani e i registri delle chiamate necessitano dell’approvazione di un alto funzionario della Casa Bianca prima di essere inviati all’Ufficio di gestione dei documenti della Casa Bianca.

Entro il 6 gennaio, hanno affermato due ex funzionari di Trump alla Casa Bianca, c’era spazio per interferenze politiche nella tenuta dei registri, senza che nessun segretario del personale della Casa Bianca fosse formalmente nominato dopo che Derek Lyons se n’è andato il 18 dicembre.

Anche l’Agenzia per le comunicazioni della Casa Bianca lo ha fatto Non era immune all’influenza politicaIl comitato ristretto ha rivelato l’anno scorso, quando ha trovato prove che l’agenzia ha presentato una lettera che avrebbe dovuto essere utilizzata per fare pressione sugli stati affinché revocassero la vittoria elettorale di Joe Biden.

La chiamata di Trump a Lee non è stata l’unica a mancare da un inspiegabile intervallo di sette ore nel registro delle chiamate presidenziali quel giorno. Anche Trump, per esempio Collegato al leader della minoranza della Camera Kevin McCarthy Con l’attacco al Campidoglio.

I diari presidenziali quotidiani e un registro delle chiamate presidenziali sono stati consegnati al comitato ristretto dagli Archivi nazionali dopo che la Corte Suprema ha respinto una recente richiesta di Trump di impedire la consegna dei documenti della Casa Bianca al comitato.

READ  La Germania non rende ancora disponibile il vaccino di Oxford alle persone sopra i 65 anni nonostante l'approvazione la scorsa settimana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *