Ritratto di Carla Frazi, la ‘Prima Ballerina Azoluta’ italiana

All’inizio di questa settimana è morto nella sua casa di Milano a causa di una lunga malattia. Carla Fracci, 84 anni, è una delle personalità più famose della Scala e una delle ballerine più amate in Italia. È un’icona del balletto italiano di fama mondiale ed è stata nominata “Prima Ballerina Azoluta” dal New York Times nel 1981.

Nata a Milano il 20 agosto 1938, Friesi (il cui nome originario era in realtà Carolina) era la figlia del tramista Luigi Frasi e dell’operaia Santina Rocca. Entrò per la prima volta nella scuola di danza in scala nel 1946 grazie a una presentazione familiare. La sua figura snella e i lineamenti delicati lo hanno reso perfetto per il ruolo. Sarebbe poi diventato famoso per le sue capacità descrittive, che gli hanno permesso di fondersi perfettamente con i suoi personaggi. Tra le più famose c’è “Giselle”, una donna che impazzisce e muore a causa del tradimento del suo fidanzato.

Durante gli anni scolastici, ha incontrato la ballerina britannica Margot Fontaine e l’ha presa come modello. Ispirerà dopo molti ballerini tra cui Roberto Bolle e Alessandra Ferry che sono diventati star internazionali. Dopo la laurea, nel 1954, diventa membro a pieno titolo del Detro Alla Scala Ballet, ballando sullo stesso palco del debutto di Maria Callas. Ma non è stato fino al 1955 che ha avuto l’opportunità di cambiare vita e condurre una vita più brillante: ha sostituito l’étoile Violette Verdy nella commedia “Cenerentola”, con una performance straordinaria. Due anni dopo, è diventata una ballerina leader.

Nel 1964 sposa Pepe Menakatti, assistente del regista Luccino Viscondi. Durante la sua carriera internazionale, si è esibito al Royal Ballet, allo Stuttgart Ballet, al Royal Swedish Ballet e all’American Ballet Theatre di Londra. Ha ballato con Rudolf Nurev, Milorad Miskovich e Vladimir Vasiliev e molti dei ballerini più famosi dell’epoca. Frassey ha interpretato ruoli principali in molte ballate romantiche La Sylphite, Giselle, Anna Bird Lake, E Romy Yo e Juliet E Per molti anni è stato direttore di diverse compagnie di balletto a Napoli, tra cui il Teatro San Carlo, l’Arena de Verona e l’Opera de Roma. In tutto, ha interpretato più di 200 personaggi nei suoi 65 anni di carriera.

READ  Esplosione a Nashville, possibile suicidio - Corriere.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *