Resti di un pilota della seconda guerra mondiale ritrovati in Europa, da seppellire nel Maine

Questa foto non datata fornita dal Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti mostra il sottotenente dell'aeronautica militare degli Stati Uniti Ernest N.  Vieno.  Il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ha annunciato, giovedì 26 agosto 2021, che i resti di un pilota della seconda guerra mondiale, il cui corpo è stato perso nel mare Adriatico, in Europa, sono stati recuperati e saranno sepolti nella sua città natale del Maine.  difesa tramite AP)

Questa foto non datata fornita dal Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti mostra il sottotenente dell’aeronautica militare degli Stati Uniti Ernest N. Vieno. Il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ha annunciato, giovedì 26 agosto 2021, che i resti di un pilota della seconda guerra mondiale, il cui corpo è stato perso nel mare Adriatico, in Europa, sono stati recuperati e saranno sepolti nella sua città natale del Maine. difesa tramite AP)

Questa foto non datata fornita dal Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti mostra il sottotenente dell’aeronautica militare degli Stati Uniti Ernest N. Vieno. Il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ha annunciato, giovedì 26 agosto 2021, che i resti di un pilota della seconda guerra mondiale, il cui corpo è stato perso nel mare Adriatico, in Europa, sono stati recuperati e saranno sepolti nella sua città natale del Maine. difesa tramite AP)

Il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ha annunciato, giovedì, che i resti di un pilota della seconda guerra mondiale che ha perso il corpo sono stati trovati nel mare Adriatico in Europa e saranno sepolti nel suo stato natale del Maine.

L’Agenzia di responsabilità dei prigionieri di guerra/Ministero dell’Interno ha riferito che i resti del tenente generale Ernst N. Vieno aveva 25 anni al momento della sua morte.

Venue era di stanza in Italia, ha detto il Ministero della Difesa, e il suo bombardiere, che lavorava come copilota, fu sparato nell’attuale Slovenia il 6 novembre 1944. Venue fu ferito a morte e il pilota fu costretto a smaltire il bombardiere al largo dell’isola di Vis, in Croazia. L’amministrazione ha affermato che il suo corpo non poteva essere recuperato dall’aggressore che stava annegando.

READ  A woman brags on Facebook who got her COVID-19 vaccine through contacts

L’agenzia ha affermato che il relitto dell’aggressore è stato trovato durante un’operazione di immersione del 2017. Ha aggiunto che i possibili resti sono stati recuperati e sottoposti ad analisi nell’autunno del 2020. I registri dentali e altre prove hanno confermato che appartenevano a Vienna.

Il ministero della Difesa ha detto che una rosa sarà posta accanto al nome di Venio sui dischi dei dispersi al cimitero americano di Firenze in Italia, indicando che è stato identificato.

L’identificazione è avvenuta lo stesso giorno in cui il Dipartimento della Difesa ha affermato che i resti umani trovati in un cimitero in Belgio sono stati identificati come un sergente dell’esercito americano del Connecticut scomparso in Germania durante la seconda guerra mondiale.. La Prisoners of War Accountability Agency/Ministero degli Interni ha affermato che i test hanno mostrato che i resti appartenevano al sergente. Bernard Sweeney di Waterbury.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *