Repressione delle persone che guardano Netflix e Sky senza pagare dopo centinaia di arresti

Le persone che guardano gratuitamente servizi di pay-TV come Netflix, Sky e Prime Video potrebbero presto subire uno shock quando la polizia espanderà la repressione della pirateria.

Più di 240 persone sono state arrestate e multate per essersi abbonate a una piattaforma IPTV pirata che fornisce accesso a servizi a pagamento per soli £ 8,50 al mese.

Con un piano Netflix Basic che costa £ 9,99 al mese e Prime Video £ 7,99, l’accesso a queste e ad altre piattaforme è effettivamente gratuito.

Gli arresti sono avvenuti a Piacenza, in Italia, dopo che la polizia ha rintracciato i clienti di un provider televisivo di pirateria locale. Gli autori sono ora minacciati con otto anni di carcere e multe fino a £ 22.000.

La repressione della pirateria cinematografica e televisiva ha portato a 240 arresti e otto anni di carcere

Alcuni anni fa, le autorità italiane hanno cercato di limitare la disponibilità di programmi TV, giochi e film piratati.

L’anno scorso, la polizia ha arrestato 223 partecipanti per lo stesso crimine, anche se non è chiaro se alla fine i processi abbiano avuto successo.

Nel frattempo, nel Regno Unito, gli investigatori di FACT hanno annunciato piani per cooperare con la polizia e inviare avvisi di cessazione e dismissione a coloro che sono sospettati di fornire streaming illegale.

Dettaglio della mano di un uomo che naviga attraverso Netflix su un Apple iPad Pro, scattata il 6 marzo 2020 (foto di Phil Parker/Future Publishing tramite Getty Images)
La polizia prende di mira gli abbonati a servizi IPTV illegali, che offrono agli utenti un accesso economico a Sky, Netflix, Amazon Prime e altro

Secondo quanto riferito, le notifiche sono state inviate alle case nell’Essex, nell’Hertfordshire, nello Yorkshire occidentale e nel Pembrokeshire.

READ  Gigi Hadid celebrates her mother, Yolanda Hadid, on her 57th birthday: 'she's the best mom'

“Stiamo usando una serie di tattiche per prevenire la fornitura di trasmissioni illegali”, ha affermato Kieron Sharp, CEO di FACT.

“Intraprendendo queste azioni, stiamo inviando un messaggio chiaro. L’hacking è una frode e chiunque sia motivato da un guadagno finanziario nel farlo dovrebbe sapere che questo è un crimine che la polizia prenderà sul serio”.

PARIGI, FRANCIA - 28 MARZO: In questa illustrazione fotografica, il logo del fornitore di servizi multimediali Netflix è proiettato su uno schermo iPhone davanti a uno schermo TV il 28 marzo 2020 a Parigi, Francia.  Di fronte alla crisi del coronavirus, Netflix ridurrà la qualità visiva per i prossimi 30 giorni, al fine di limitare l'utilizzo della larghezza di banda.  (Foto di Chesnot/Getty Images)
Si stima che la pirateria costi all’economia britannica miliardi di sterline ogni anno

Per rimanere aggiornato sulle ultime novità, assicurati di iscriverti a una delle nostre newsletter Qui.

Si stima che la pirateria costi al Regno Unito circa 9 miliardi di sterline e perda 80.000 posti di lavoro ogni anno, secondo un rapporto del 2019 dell’Intellectual Property Office (IPO)

Anche i metodi di hacking dei media sono sempre più complessi, poiché gli hacker nascondono l’accesso a musica, TV e film gratuiti e rubati nelle app mobili e nei servizi di messaggistica crittografati.

Sebbene la polizia britannica abbia storicamente preso di mira i fornitori di materiale piratato, piuttosto che i consumatori, sembra che questo potrebbe cambiare presto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *