Regno Unito, Francia, Italia, Austria e Spagna annunciano l’abrogazione della tassa sui servizi digitali – Magistratura – Notizie

Relazione congiunta di Regno Unito, Francia, Italia, Austria e Spagna Pubblicato Giovedì è stato annunciato che la loro “Imposta sui servizi digitali” (DST) sarà abolita.

Ne consegue un accordo con cinque paesi e il Dipartimento del Tesoro in collaborazione con l’OCSE sulle tariffe della Sezione 301 relative alla tassa sui servizi digitali. In base all’accordo annullato, i paesi europei attueranno le “misure unilaterali” esistenti in un periodo provvisorio.

Le accuse della Sezione 301 riguarderanno borse francesi, bicchieri austriaci e accessori di bellezza dal Regno Unito. Il rapporto dei media ha anche affrontato il periodo medievale. Requisiti aggiuntivi per un anno dalla data di entrata in vigore del Primo Pilastro I paesi interessati sono tenuti ad accreditare l’eccedenza d’imposta sull’importo del Primo Pilastro a fronte di una parte dell’imposta sul reddito delle società.

La piena attuazione dei DST nel Global Tax Agreement entrerà in vigore nel 2023. Fino ad allora, tuttavia, ci si aspetta che i paesi dispongano di proprie misure unilaterali per l’ora legale. L’US Trade Representative (USDR) mira a lavorare con cinque governi per supervisionare l’attuazione dell’accordo. Il processo dell’URSS è iniziato nel giugno 2020 e inizialmente includeva altri paesi come India e Turchia, ma non volevano aderire all’accordo.

READ  Italiani che vogliono mettersi alla prova

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *