Regna Draghi alla Banca di Stato italiana che voleva imitare Wall Street

Il prestatore italiano sostenuto dallo stato è sull’orlo di una revisione che solleverà interrogativi sul futuro del suo talento nell’investment banking, dopo che il primo ministro Mario Draghi ha sostituito il suo CEO freelance con un alleato di lunga data della Banca europea per gli investimenti.

La nomina di Dario Scannapico riflette la determinazione di Draghi a vedere un cambio di strategia in Secondo i funzionari che hanno familiarità con il suo pensiero, Cassa Depositi e Prestiti SpA, il prestatore è destinato a spostare la sua attenzione dagli investimenti azionari ad attività di finanziamento più ampie.

Sotto la guida dell’ex team guidato da Fabrizio Palermo, il CDP si è trasformato da custode gravoso del risparmio postale in un agile veicolo di investimento governativo.

In poco più di un anno ha acquisito una partecipazione nell’operatore di borsa Euronext NV è destinato a diventare il più grande investitore nel fornitore di servizi di pagamento Nexi SpA aumenta la sua partecipazione nella società di telecomunicazioni Open Fiber SpA, forse la più famosa, ha guidato l’acquisizione da 9,3 miliardi di euro (11,3 miliardi di dollari) di Autostrade per l’Italia SpA dalla famiglia del miliardario Benetton.

Ma l’approccio di Palermo rifletteva l’istinto del predecessore di Draghi, Giuseppe Conte, che sosteneva un approccio attivista al mondo aziendale. Draghi vuole vedere un Paese meno invadente.

Leggi tutto: Dentro Palermo il piano per fare della CDP un peso massimo bancario in Italia

Scanabico e Draghi hanno lavorato insieme dagli anni ’90, quando hanno contribuito a plasmare la spinta alla privatizzazione dell’Italia, e il primo ministro ha gestito personalmente la nomina, secondo i funzionari, che hanno chiesto di non essere nominati mentre discutevano di conversazioni private. Draghi ha persino rifiutato le richieste del Palermo di un incontro faccia a faccia per sostenere il suo caso. Un portavoce di Draghi ha rifiutato di commentare.

READ  La funivia italiana è caduta a terra, uccidendo almeno 13 persone

Sotto Palermo, il CDP ha aumentato il suo personale a circa 1.000 da circa 800, con una serie di assunzioni di rilievo dal settore del private banking.

Uno dei massimi banchieri, Vito Lo Piccolo, ha deciso di ripartire ad aprile mentre montavano le speculazioni sulla nomina di Scanabico. Diventerà amministratore delegato di Bank of America Corp. Un certo numero di alti dirigenti di CDP ha contattato società di headhunting dopo la sostituzione del Palermo, secondo persone che hanno familiarità con la questione.

Scannapico, che iniziò ufficialmente la sua attività il 1° giugno, si era accampato presso la sede della CDP di fronte alla tesoreria di Roma, ristrutturata sotto Palermo. I funzionari hanno affermato che ha sondato i gestori di istituti di credito sui potenziali cambiamenti nella strategia e che altri probabilmente se ne andranno.

cambiamento strategico

Sebbene non abbia rivelato pubblicamente i suoi piani, Scannapico aveva già preso alcune decisioni simboliche che segnalavano un cambiamento nella cultura, ad esempio, concedendo ai dipendenti l’accesso a un ascensore destinato all’uso privato del suo predecessore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *