Questi incredibili scatti della Terra dalla sonda Juno ti scioglieranno il cuore

Dal momento che la navicella spaziale Juno è in orbita attorno a Giove da quasi cinque anni – dal 4 luglio 2016 – potresti aver dimenticato quella volta nel 2013, Juno ha volato sopra la Terra. La navicella aveva bisogno di una piccola spinta in più per raggiungere Giove, quindi ha usato la Terra per aiutare con la gravità.

L’editor fotografico Kevin Gill ci ha ricordato questo passaggio ravvicinato con alcune splendide immagini della Terra appena elaborata, scattate da JunoCam, la fotocamera “citizen science” di bordo. Già punto blu pallido!

Giunone ha sorvolato la Terra il 9 ottobre 2013, ottenendo un aumento di velocità di oltre 3,9 chilometri al secondo (circa 8.800 miglia all’ora). Gli scienziati hanno anche usato la funzione flyby come un modo per testare la fotocamera, dandogli il primo riscaldamento nello spazio per scattare foto di un pianeta colorato.

Catturato da Giunone in volo con l’aiuto della gravità il 9 ottobre 2013. (NASA/JPL-Caltech/SwRI/MSSS/Kevin M. Gill)

flyby ha dato agli editor di foto amatoriali un riscaldamento con le foto di JunoCam. Poiché JunoCam è progettato per essere uno sforzo collaborativo tra gli scienziati della missione e il pubblico, le immagini di JunoCam vengono inviate sulla Terra e pubblicate sul sito Web di Mission Juno, dove il pubblico in generale può scaricarle per la successiva elaborazione delle immagini.

Le immagini elaborate dagli scienziati cittadini vengono poi pubblicate sul sito di Juno. Si va da fotografie e analisi scientifiche dettagliate a bellissime opere d’arte a tema spaziale.

“L’idea che si possa combinare la nostra rappresentazione scientifica e la nostra comprensione del pianeta, con rappresentazioni artistiche non solo del significato di un pianeta, ma anche di ciò che significa esplorare, è stata molto preziosa per la missione e per il pubblico”, ha affermato Paul Stevies della Georgia. Tech, uno dei ricercatori scientifici di Giunone.

READ  How to close the quasar

(NASA/JPL-Caltech/SwRI/MSSS/Kevin M. Gill.)(NASA/JPL-Caltech/SwRI/MSSS/Kevin M. Gill.)

Juno è stato lanciato dal Kennedy Space Center in Florida il 5 agosto 2011. Il veicolo di lancio Juno è stato in grado di fornire al veicolo spaziale la potenza sufficiente per raggiungere asteroide La cintura, a quel punto, la gravità del Sole lo ha tirato indietro verso il sistema solare interno.

I pianificatori della missione hanno progettato l’oscillazione della Terra come aiuto gravitazionale per aumentare la velocità del veicolo spaziale rispetto al Sole, in modo che potesse raggiungere Giove.

puoi vedere tutto JunoCam Citizen Science foto qui, e guarda altro Kevin ha fatto un ottimo lavoro sulla sua pagina Flickr.

Questo articolo è stato originariamente pubblicato da universo oggi. sta leggendo articolo originale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *