Questi antichi americani imbalsamavano i pappagalli. Nessuno sa perché

Pappagalli e pappagalli non sono originari di Atacama, che è il deserto più arido del mondo, ma piume e uccelli mummificati sono stati trovati nei siti archeologici della zona, secondo un comunicato stampa della Pennsylvania State University pubblicato lunedì.

Molti pappagalli sono stati imbalsamati dopo la morte, alcuni con la bocca aperta e la lingua sporgente, altri con le ali spiegate come se volassero.

“È difficile da spiegare”, ha detto alla CNN il coautore dello studio Jose M. Cabriles, professore associato di antropologia in Pennsylvania, ma la pratica potrebbe essere parte di un rituale legato alla capacità degli uccelli di imitare il linguaggio umano.

I ricercatori hanno visitato musei nel nord del Cile per quasi tre anni per studiare i resti di ara e pappagalli trovati nella zona. Gli scienziati hanno utilizzato l’analisi di tracce di animali, ricostruzioni di isotopi, datazione al radiocarbonio e test del DNA antico per creare un’immagine della vita degli uccelli.

Il team ha scoperto che gli uccelli sono stati portati ad Atacama dall’Amazzonia, a circa 300 miglia di distanza, tra il 1100 e il 1450 d.C.

Quel periodo di tempo ha visto molti scambi, ha detto Capriles alla CNN, con un numero crescente di carovane di lama che si muovevano tra le diverse parti della catena montuosa delle Ande.

“Il fatto che uccelli vivi si facciano strada attraverso le Ande oltre 10.000 piedi è sorprendente”, ha detto Capriles in un comunicato stampa. “Dovevano essere trasportati attraverso le enormi steppe, il freddo e il terreno difficile fino all’Atacama. Dovevano essere tenuti in vita”.

I ricercatori finalmente risolvono un mistero

L’arrivo degli uccelli avvenne prima dell’Impero Inca e della colonizzazione spagnola della regione, che per la prima volta portò i cavalli in Sud America.

READ  L'US Space Command sta seguendo il missile cinese per un ritorno incontrollato dall'orbita

“Il lama non è il miglior animale da branco, perché non è così forte”, ha detto Capriles nel comunicato stampa. “Il fatto che le carovane di lama abbiano portato pappagalli e pappagalli attraverso le Ande e il deserto in questa oasi è sorprendente.”

Una volta che gli uccelli sono arrivati ​​all’Atacama, ha detto Capriles alla CNN, potrebbero essere tenuti come animali domestici, ma anche le loro piume strappate regolarmente, che sono state usate nei loro copricapi per indicare ricchezza e potere.

Ha detto che gli uccelli stavano mangiando lo stesso cibo delle persone che li tenevano nutriti, ma il loro rapporto con gli umani era complicato.

Sorpresa!  Le mummie più antiche del mondo non sono in Egitto

“Ciò che consideriamo accettabili le interazioni con gli animali a nostra cura erano molto diverse al momento”, ha detto Capriles. “Alcuni di questi uccelli non conducevano vite felici. Sono stati tenuti a produrre le loro piume e le loro piume sono state sradicate non appena sono cresciute.”

Rimangono molte domande sugli uccelli e su come vengono utilizzati, e Capriles intende continuare le sue ricerche nell’area.

Il documento è stato pubblicato negli Atti della National Academy of Sciences.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *