Programmi TV, da The Wine Show a Men In Kilts

1. The Wine Show (iTunes, episodi disponibili per l’acquisto), Stagioni 1–3

Sin dal suo inizio nel 2016, Offri vino Aveva alcuni fan di musicisti eleganti nella formazione, ma i co-conduttori originali Matthew Judd e Matthew Reese rimasero la loro coppia più effervescente. I due attori stanno sfruttando al massimo la coordinazione, vagando per la campagna italiana su incarichi collaterali tra le lezioni degli intenditori di vino Joe Fattorini e Amelia Singer. Goode e Rhys prendono la concorrenza, scelgono 12 vini perOffri vino-Oppure, il più seriamente possibile tra il bere alcuni dei migliori vini d’Italia. Ma è facile mostrarli tranquillamente in questo gruppo; anche se sono sempre davanti alla telecamera, non dimenticano mai che sono principalmente in vacanza. Le enormi reazioni di Goode allo spumante e al gioco di parole di Reese, Offri vino È anche una delle voci più divertenti di questo elenco. (Ci sono anche diversi cappelli Goode.) La seconda stagione rompe la band, più o meno, quando Goode fa squadra con la sua squadra. Scopri le streghe Ha recitato con James Burevoy, con Reese che continua a registrare clip di strumenti. La terza stagione, disponibile per gli abbonati Prime Video nel Regno Unito, presenta un nuovo duo centrale in Purefoy e Dominic West, che ora stanno approfittando della tutela di Vattorini. Ma Goode e Rhys hanno ancora contribuito alla moda e al gioco di parole da lontano.

Momenti più toccanti: Ce ne sono molti, come “Goode-y” e “Rhys-y” (soprannomi appropriati anche se privi di fantasia) circolano frequentemente “ti amo”. Esprimono apprezzamento per il lavoro reciproco e si esortano a vicenda a mantenere una mente aperta riguardo agli insuccessi (per Rhys, è vino dolce). Il viaggio attraverso l’Italia accanto al punto; Questi due “rivali” sono davvero migliori amici.

READ  La serie Netflix segna un'impresa etnica per la televisione italiana

Momento più rilevante: Legame tra la lotta per la chiave del vino davanti al sommelier che già si guarda il naso, espelle il vino aziendale perché già in coppa, e fa un “Goode” gioco di parole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *