Progetto Eve valorizza l’acqua di irrigazione in Italia e Tunisia – Economia

(ANSAmed) – Tunisi, 28 giu. – Proporre soluzioni tecnologiche innovative per valorizzare l’acqua non convenzionale (acqua di mare e acque reflue), per l’irrigazione e valorizzare le conoscenze tecniche di molti attori del settore agricolo sono obiettivi di trasferimento – Progetto Frontier Eve “Efficacité et Valorisation des Eux d’irrigation at travers des actiones pilot en Sicilie et Tunisie”, realizzato su entrambe le sponde del Mediterraneo, a El Camo, in Sicilia, e nel governatorato di Nabeul in Tunisia. Il progetto sarà presentato domani nella città tunisina di Nabeul. È finanziato dall’Unione Europea, nell’ambito del Programma Eni Cbc Italia Tunisia 2014-2020, con il contributo dell’Istituto di Cooperazione Universitaria (Icu), partnership con il Comune di Alcamo con Société de Gestion des Technopoles de Borj-Cedria e tre associati, Commissario Regionale per lo Sviluppo Agricolo di Nabeul, Tunisia, Assessorato Regionale all’Agricoltura, Sviluppo Rurale e Pesca Mediterranea e Irritec Spa

Il progetto stabilirà anche un programma di sviluppo delle capacità per il personale tecnico e i proprietari agricoli con l’obiettivo di migliorare la conoscenza approfondita delle soluzioni proposte e creare un nuovo modello per l’assistenza tecnica. Eve, il cui budget è di 1.057.535 euro, di cui 951.781 euro provenienti dall’Unione Europea (90% del budget del progetto), scadrà a dicembre 2022.

L’evento sarà trasmesso in diretta e online sui canali social YouTube https://www.youtube.com/channel/UChmDUTiySnl-P7mZQjqLKKQ e Facebook https://www.facebook.com/EVE.It.Tn/ (ANSAMED).

READ  Italian Barley Arts lancia un nuovo festival musicale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *