Politica del Regno Unito: il cane da guardia degli standard chiede un’azione rapida per limitare il tempo dei parlamentari nei secondi lavori | Politica

Valniva, una società francese con un impianto di produzione a Livingston, in Scozia, il cui precedente ordine di circa 100 milioni di dosi è stato fatto a pezzi dal governo del Regno Unito, con Sajid Javid che ha affermato che il prodotto non avrebbe ottenuto il via libera dal regolatore.

Ma l’azienda ha visitato Boris Johnson A gennaio, da allora, è stata autorizzata la fornitura di decine di milioni di dosi in tutta Europa.

David Lawrence, chief financial officer di Valneva, ha dichiarato a BBC Radio Scotland Javid a settembre che i commenti di Javid hanno danneggiato la reputazione dell’azienda, hanno avuto implicazioni finanziarie per l’azienda e “hanno messo un punto interrogativo accanto al nostro vaccino”.

Lawrence ha affermato che il signor Javid aveva “chiaramente torto” quando ha affermato che il vaccino non avrebbe garantito l’approvazione dell’MHRA.

Ha aggiunto: “Ci piacerebbe sentire da lui le sue scuse. Il danno che ha fatto alla nostra azienda e alle nostre discussioni commerciali è stato così grande e stiamo ancora aspettando le scuse per quei commenti”.

Javid originariamente aveva detto ai parlamentari che la società “non avrebbe avuto l’approvazione” dal regolatore, ma in seguito ha modificato Hansard, il verbale ufficiale del Parlamento, per affermare che il vaccino “non ha ancora ricevuto” l’autorizzazione.

Lawrence ha detto che Valneva stava ancora decidendo se fare causa al governo per i commenti di Javid.

Alla domanda sulla sua risposta ai commenti di Lawrence e sull’opportunità di scusarsi, il Dipartimento della salute e dell’assistenza sociale ha dichiarato: “Gli studi clinici sul vaccino candidato Valneva non sono ancora stati completati. Pertanto, il regolatore indipendente dei farmaci – l’MHRA – non ha approvato il vaccino candidato Valneva per l’uso nel Regno Unito”.

READ  One dead after wrongly hitting the driver head-to-head halfway on I-73

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *