Perù: il nuovo presidente nomina un marxista primo ministro | Perù

dopo un giorno Giurato come Presidente del PerùPedro Castillo ha nominato primo ministro Guido Peledo, parlamentare di estrema sinistra e membro del suo partito marxista, mettendo fine alle aspettative di un governo moderato.

Dopo quasi tre ore di ritardo, giovedì sera Castillo ha giurato nel gabinetto incompleto, che includeva diverse figure dell’estrema sinistra e solo due donne. Non ha nominato un ministro delle finanze e Pedro Franck, il favorito per il posto, è stato visto lasciare la sede pochi minuti prima dell’inizio della cerimonia.

L’uscita dell’ex tecnocrate alla Banca Mondiale, che ha placato a lungo i timori degli investitori numero di voti Dopo il ballottaggio di giugno, ha sollevato dubbi sul fatto che si fosse ritirato o fosse stato licenziato.

L’assenza del ministro delle finanze rischia di provocare incertezza sui mercati peruviani, già spaventati dall’amministrazione Castillo. La nomina di un membro del suo partito nel Perù libero a capo del governo desterà ulteriore preoccupazione.

La nomina di Castillo Peledo durante una cerimonia nella regione andina di Ayacucho giovedì scorso ha suscitato rabbia e delusione tra i politici centristi che hanno sostenuto il suo governo. vittoria stretta sul suo rivale di estrema destra, Keiko Fujimori.

Peledo, 42 anni, originario della regione di Cusco, è indagato per “scusarsi per terrorismo”, un crimine in Perù. In un’intervista con i media locali ad aprile, ha difeso i membri di sentiero splendente, un gruppo ribelle maoista che ha ucciso decine di migliaia di peruviani negli anni ’80 e ’90 nel tentativo di prendere il potere.

Ha anche Esprime opinioni omofobe e misogine Sui social media attacca i politici locali noti come gay o pubblicizza ciò che vede come la promozione di un “programma pro-gay”, a volte fondendo i suoi commenti con una posizione radicale di sinistra.

READ  Il capo di Ryanair ha affermato che agenti di sicurezza sotto copertura erano a bordo di un volo bielorusso "dirottato".

La scelta di Castillo alienò potenziali alleati. Il Partito Viola, che comprende tre deputati, ha affermato di non poter sostenere Peledo. Ha detto che non crede “Democrazia, diritti umani, lotta alla corruzione e al terrorismo” Non gli darà un voto di fiducia.

Il partito di Castillo ha solo 37 seggi su 130 al Congresso e la nomina di Peledo e del suo governo richiederà l’approvazione della camera guidata dall’opposizione poiché è probabile che i partiti di centro e di destra si opporranno alla sua nomina.

Ho avuto un peruviano Quattro presidenti e due conferenze Gli ultimi cinque anni di disordini politici. La nuova stanza ha avuto un inizio difficile, infrangendo il protocollo mercoledì quando ha impedito al presidente ad interim uscente, Francisco Sagaste, di entrare nell’edificio per consegnare la fascia presidenziale a Castillo.

“Ecco come finisce il disastroso primo giorno del governo di Pedro Castillo”, cinguettare Gonzalo Banda, analista politico e opinionista. “Un inizio peggiore, quasi impossibile.”

Anche il quotidiano di sinistra La República ha criticato la nomina di Bellido a editoriale che ha esortato Castillo a non “tradire la fiducia della comunità che sostanzialmente ha votato per il cambiamento” a favore delle proposte di una “piccola fazione superata e fuorviata”.

Il Free Per Party è guidato da Vladimir Cerrone, un neurochirurgo di formazione cubana che ammira il governo del Venezuela. I critici affermano che Castillo è diventato il candidato del partito perché Cerrone non è stato in grado di candidarsi a causa di precedenti accuse di corruzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *