Parella, Pelotti nella sfida contro l’Italia contro la Svizzera

ROMA, 11 nov. (Reuters) – Il Ct dell’Italia Roberto Mancini, il centrocampista Niccol Barella e l’attaccante Andrea Pelotti sono stati convocati per le qualificazioni ai Mondiali in Svizzera venerdì, sollevando giocatori chiave e campioni d’Europa che hanno perso per infortunio.

L’Italia ha ancora due partite da giocare nel Gruppo C, ma è bloccata con 16 punti contro la Svizzera, e il paese che vince la partita di venerdì prenderà il controllo del gruppo. Solo le vincitrici dei gironi sono garantite un posto nelle finali del prossimo anno in Qatar, mentre la seconda classificata affronterà i playoff.

L’Italia arriva in Irlanda del Nord lunedì nell’ultima partita, mentre la Svizzera ospita la Bulgaria.

Il centrocampista dell’Inter Parella è stato escluso dal pareggio per 1-1 contro il Milan domenica scorsa a causa di un affaticamento muscolare.

Ma l’allenatore ha dato un aggiornamento positivo su Parella, uno dei giocatori chiave nella vittoria dell’Italia a Euro 2020, e ha detto che sebbene Pelotti non sia tornato in piena forma dopo un infortunio alla caviglia ad agosto, è probabile che Pelotti inizi come pioniere.

“Parella sta bene, si è allenato ieri e penso che domani potrà essere in campo”, ha detto Mancini in conferenza stampa.

“Pelotti sta bene, fisicamente non è al 100% perché viene da un grave infortunio. Probabilmente non ha 90 minuti, quindi sarebbe bello se potesse segnare nella prima ora.

“Ci dispiace per Immobile e Sillini, ma è lo stesso per tutte le Nazionali. Ci saranno sempre tanti infortuni a questo punto della stagione. Ma siamo in una situazione positiva.

Mancini non vedeva l’ora di tornare allo Stadio Olimpico in Italia, dove ha vinto tre partite della fase a gironi di Euro 2020 contro Turchia, Svizzera e Galles e ha finalmente gettato le basi per vincere il torneo.

READ  Conte si è dimesso e Mattarella è pronto a risolvere la crisi

“Spero che il pubblico ci dia una grossa mano. Sarà sempre bello giocare all’Olimpico, ci saranno sempre buone condizioni e domani sarà lo stesso”, ha aggiunto.

Relazione di Richard Martin, a cura di Prita Sarkar

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *